Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Ilva: le risate di Vendola al telefono con Archinà

0
CONDIVIDI

 

La telefonata intercorsa il 6 luglio 2010 tra Nichi Vendola e Girolamo Archinà è stata pubblicata oggi da Ilfattoquotidiano.it suscitando grandi polemiche. Archinà è l’ex responsabile Relazioni istituzionali dell‘Ilva che, secondo la Procura di Taranto, avrebbe “oliato” molti affari illeciti per favorire l’attività del noto stabilimento siderurgico.

Nel processo risulta indagato per concussione anche Nichi Vendola che, stando alle ricostruzioni dei pm, avrebbe fatto pressioni sull’allora direttore generale dell’Arpa, Giorgio Assennato, inducendolo ad “ammorbidire” il suo giudizio sull’impatto ambientale dell’Ilva, su cui gravava (e continua a gravare) il sospetto di aver “avvelenato” ampie zone della città causando danni pesantissimi alla salute dei tarantini.

Nella telefonata pubblicata dal Fatto, il governatore si congratula con Archinà per uno “scatto felino” mostrato al cospetto di un giornalista locale che, qualche mese prima, aveva chiesto conto ad Emilio Riva (ex patron dell’Ilva) delle numerose morti per tumore registratesi nell’area intorno allo stabilimento. Lo “scatto” di cui Vendola si compiace altro non è se non il gesto con cui Archinà riesce a strappare il microfono dalle mani del giornalista, impedendogli così di formulare altre domande scomode.

“Sono rimasto molto colpito – è stato il commento divertito del leader di Sel – non potevo riprendermi, ho visto una scena fantastica“. “Complimenti – ha rincarato Vendola – io e il mio capo di gabinetto siamo stati un quarto d’ora a ridere”.

Il tono della telefonata si fa poi più serio e il presidente della Regione Puglia informa Archinà della volontà di incontrare presto l’ingegnere Riva: “Ognuno deve fare la sua parte – spiega Vendola – A prescindere dai procedimenti, dalle cose, dalle iniziative, l’Ilva è una realtà produttivaDobbiamo vederci – si congeda il governatore – dica a Riva che il presidente non si è defilato”.

La pubblicazione della telefonata ha suscitato l’immediata reazione di Nichi Vendola: “Il presidente della Regione Puglia ha dato mandato ai propri avvocati di sporgere querela ai responsabili dell’articolo online pubblicato su Il Fatto quotidiano di oggi – si legge in una nota diffusa dalla presidenza della Regione Puglia – Nell’articolo si racconta, in modo volgarmente strumentale, di presunte risate del presidente suscitate dalle domande sulle morti per cancro. Come tutti invece possono tranquillamente constatare, il presidente era solo rimasto colpito dallo specifico episodio in cui Archinà, con un salto improvviso – si precisa nel comunicato – si era avvicinato ad un giornalista che stava intervistando Riva. E’ quindi solo lo scatto di Archinà ad aver suscitato il sorriso di Vendola e non certamente il riferimento alla tragedia delle morti per cancro a Taranto”.

Di più: in un’intervista concessa oggi a Repubblica.it, il governatore della Puglia ha aggiunto: La telefonata estratta dal suo contesto è un’operazione lurida, un tentativo di sciacallaggio e di linciaggio”.