Home Notizie di Calcio e Calciatori Serie A, Parola Di Tifoso: Livorno-Juventus, bianconeri in emergenza in un match...

Serie A, Parola Di Tifoso: Livorno-Juventus, bianconeri in emergenza in un match ‘storico’

Si preannuncia una partita molto delicata per la Juventus che dovrà affrontare il Livorno con una formazione inedita vista l’indisponibilità di Barzagli,Bonucci,Ogbonna,Lichtsteiner e Isla. La difesa bianconera dovrebbe ospitare ‘l’intruso’ Vidal il quale giocherà a fianco di Chiellini e Caceres, con Padoin e Asamoah sulle fasce. Per il cileno, che ha già giocato in quel ruolo diverse volte con la sua Nazionale, non è la ‘primissima’ nella difesa bianconera. L’esordio ci fu nel marzo 2012: Genoa-Juventus 0-0.

Nel caso in cui la Juventus dovesse battere il Livorno salirebbe a 34 punti, 2 in più rispetto allo scorso anno dopo 12 giornate.
Juventus appagata in Italia? Se andiamo a esaminare i numeri cardine dell’inizio di stagione bianconera (iniziata con la vittoria in Supercoppa contro la Lazio) nulla di più falso. Secondo posto ad un solo punto dalla Roma, miglior attacco (26 reti) assieme a giallorossi, seconda miglior difesa e quattro successi di fila a reti violate dopo lo “schiaffo” del 2-4 di Firenze.

Questi sono numeri che rafforzano la Juventus che va a caccia dell’ennesimo record di squadra. Con un eventuale successo domani pomeriggio a Livorno, l’undici di Conte, oltre a portarsi a 34 in testa (provvisoriamente) alla classifica, staccherebbe di due lunghezze sè stessa. Sì perchè lo scorso anno (già straordinario di suo a livello di prestazioni), dopo 13 giornate i punti raccolti furono 32.

Domani al Picchi, 90 minuti storici per Conte e Buffon. Il primo siederà per la 114 volta sulla panchina bianconera eguagliando Ancelotti, meglio di Ancelotti: il tecnico salentino ha infatti già raggiunto 72 vittorie, 9 in più dell’attuale allenatore del Real Madrid. Il secondo, sarà addirittura alla 500esima presenza con la maglia della Juventus.

A centrocampo, oltre a Pogba e Marchisio, il solito immenso Andrea Pirlo, elogiato da Conte ai microfoni di ‘Mediaset’: “È un nostro giocatore, e che Dio ce lo conservi sempre. Il Pallone d’Oro? E’ difficile scegliere tra Messi e Ronaldo, io lo darei sempre ad Andrea Pirlo“. Mai parole furono più azzeccate a ridosso del probabile rinnovo al contratto del regista.

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!!!

A cura di JUVENTUS Official Fanpage