Home Notizie di Calcio e Calciatori Serie A, Parola Di Tifoso: Lazio-Napoli, a Roma per mettere (come sempre)...

Serie A, Parola Di Tifoso: Lazio-Napoli, a Roma per mettere (come sempre) in difficoltà i partenopei

Dare continuità a quanto di “buono” fatto in Polonia contro il Legia Varsavia: questo è l’input con cui la Lazio si presenta alla delicatissima partita interna contro il Napoli di Rafa Benitez e Gonzalo Higuain.

“Buono” volutamente tra virgolette, perché visti i livelli a cui la Lazio ci ha abituati finora quella di giovedì sera potrebbe sembrare una grande prestazione, ma visti e considerati il livello degli avversari, e se vogliamo anche la loro scarsa motivazione (Legia già matematicamente fuori dal girone prima ancora della partita con la Lazio), ci accorgiamo che di strada verso la Lazio brillante, e ancora mai vista nel 2013, della prima metà dello scorso campionato, ce n’è ancora tanta. Tantissima, troppa se a gennaio non si interviene decentemente sul mercato, e visti gli ultimi mercati non sarebbe una sorpresa. Napoli che arriva invece ferito all’Olimpico, dal quale la Lazio in questa nuova stagione non è mai uscita sconfitta, eccezion fatta per la disastrosa partita col Genoa, viste le 3 sconfitte incassate negli ultimi 3 match, due di campionato con Bologna e Juventus, uno in Europa, con il Borussia Dortmund di Klopp. Tanta amarezza, quanta voglia di riscatto e di ripartire: una partita sentita e di cartello come quella con la Lazio può essere un gran modo di ricominciare a vincere.

Formazioni. Petkovic, sempre più accostato alla panchina elvetica nelle ultime settimane, rispolvera il tanto amato 4-1-4-1, con Marchetti tra i pali, Konko, Ciani, Cana e Radu a comporre una difesa che si avvicina molto a quella titolare, vista l’assenza del solo Biava. Ledesma in vantaggio su Biglia, nonostante la prestazione da Man of the Match di giovedì del ‘Principito’, con la tecnica di Hernanes e i muscoli di Onazi a fargli da scudo. Candreva e Lulic sulle fasce, Floccari in vantaggio su Perea, con Keita pronto a subentrare. Lasciati a casa sia Klose che Biava, ancora non recuperati.

Risponde il Napoli con Reina, Maggio, Albiol, Britos e Revelliere in difesa, Inler e l’ex Behrami a fare da diga, Insigne, l’ex di spicco Pandev, che non sarà accolto con gli applausi vista la sua esultanza sfrenata nello scorso Lazio-Napoli 3-1, e José Callejon, capocannoniere della squadra, dietro l’unica punta Gonzalo Higuain. Assenti Klose e Biava da una parte, Zuniga e Hamsik dall’altra.

Giochiamo contro una squadra più forte, ma dobbiamo rialzarci, dobbiamo recuperare qualche punto a quelle che stanno avanti. Li abbiamo sempre messi in difficoltà a Roma, siamo in casa nostra, e dobbiamo fare da padroni. Senza contare che un risultato positivo domani, magari una vittoria, potrebbe iniziare a cambiare faccia ad una stagione fin qui priva di senso, che non può essere la stagione successiva ad un trionfo storico come quello del 26 Maggio, nell’annata dopo il quale ci si sarebbe solo dovuti divertire. Invertiamo la rotta ragazzi, cambiamo registro, o almeno, e se non fate questo davvero non siete perdonati…vendete cara la pelle.

Forza Lazio!

Jacopo Ruffo per S.S.Lazio: Osare, credere, spavaldi di essere.