Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Napolitano blinda il Parlamento e spinge per le modifiche costituzionali

Napolitano blinda il Parlamento e spinge per le modifiche costituzionali

Napolitano

 

Intercettato ieri dai giornalisti, a conclusione di un convegno che si è svolto a Napoli, il capo dello Stato non ha potuto scansare le domande sulla sentenza con cui la  Corte Costituzionale ha bocciato il Porcellum.

“La decisione della Consulta non mi stupisce e non mi coglie di sorpresa”, ha commentato Giorgio Napolitano, che ha ricordato le numerose volte in cui  egli stesso aveva sollecitato il Parlamento a modificare la legge elettorale. Ma non solo: per il presidente della Repubblica è, infatti, necessario procedere anche con altri importanti cambiamenti. “La modifica della legge elettorale diventa imperativa, insieme alle modifiche costituzionali per quel che riguarda almeno il numero dei parlamentari e il superamento del bicameralismo paritario”, ha spiegato Giorgio Napolitano.

E a chi gli ha chiesto se l’attuale Parlamento (eletto con una legge riconosciuta incostituzionale) sia ancora legittimato a operare: “La Corte Costituzionale ha espressamente spiegato che il Parlamento può ben trovare, in qualsiasi momento, una nuova legge elettorale – ha risposto l’inquilino del Colle – Quindi è la Corte stessa che non mette in dubbio che ci sia una continuità nella legittimazione del Parlamento”.