Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Lega: Salvini e Bossi si contendono la segreteria

Lega: Salvini e Bossi si contendono la segreteria

Salvini e Bossi

 

L’attenzione di tutti i media è rivolta alle primarie del Pd, ma anche la Lega Nord ricorrerà alla consultazione popolare per eleggere il suo nuovo segretario. I militanti del Carroccio con un’anzianità minima di un anno (si stimano che siano oltre 17 mila) potranno, infatti, raggiungere oggi i 58 seggi allestiti nelle sedi provinciali e regionali del partito per esprimere, fino alle 17 di questa sera, la loro preferenza.

A contendersi lo “scettro” sono il 40enne Matteo Salvini e il padre nobile Umberto Bossi, recentemente raggiunto da un avviso di garanzia che rischia di rallentare irrimediabilmente la sua corsa alla segreteria federale. Il “maroniano” di ferro Salvini è dato, dunque, per favorito. I suoi “strali” contro le “leggi demenziali dell’Europa” e il pressante incitamento alla “disobbedienza” da Roma e da Bruxelles gli procureranno, secondo molti osservatori, la facile vittoria.

Ma invitato a esprimere un giudizio sul suo competitor, Salvini ha messo da parte la sua “vigoria” politica e ha dato prova di grande fair play“Non si può essere contro Bossi, Bossi è il papà di tutti – ha dichiarato ieri il lombardo – Ha risvegliato le coscienze del Nord, se siamo qui è grazie a lui”. Bossi è Bossi – ha insistito l’aspirante segretario della Lega – è sempre stato quello che ci ha visto più lungo degli altri e quindi per Bossi lo spazio c’è e ci sarà sempre e comunque”.  

Cortesia parzialmente ricambiata dal Senatur: “Matteo Salvini è un bravo ragazzo – ha riconosciuto – ma solo io capisco i veri problemi che stiamo vivendo, solo io posso salvare la Lega”. “Dopo il Congresso – ha comunque assicurato Umberto Bossi – c’è una sola cosa da fare: dobbiamo smettere di litigare fra di noi. Da Torino deve uscire una Lega più forte e dobbiamo togliere una volta per tutte l’idea che possa esserci un uomo solo al comando”.

Una prima proiezione delle votazioni odierne verrà diffusa intorno alle 18,30 dal quartiere generale di via Bellerio. Questa sera il dato ufficioso e domani mattina quello ufficiale, mentre il prossimo 15 dicembre, al Congresso di Torino, si assisterà all'”incoronazione” pubblica del nuovo segretario. Alla presenza, tra gli altri, di Marine Le Pen.