Torino-Lazio 1-0, Ventura: “Felice per la 100^”. Petkovic: “A testa alta”

Petkovic_a_testa_altaTorino-Lazio 1-0Giampiero Ventura non poteva trovare un modo migliore per festeggiare la panchina granata numero 100. Imponendosi 1-0 sulla Lazio, il Torino colleziona la seconda vittoria interna consecutiva e, per una volta, riesce a battere una “big” (o presunta tale, visto l’andamento della squadra biancoceleste) del campionato, coronando i tre punti con il sorpasso in classifica. Il tecnico ligure, felice per il regalo ricevuto dai suoi ragazzi (ed in particolare da Glik, autore del gol decisivo), nella conferenza stampa post partita non nasconde la propria soddisfazione. Di umore opposto Vladimir Petkovic, amareggiato per l’ennesimo risultato storto. Sprofondato in una crisi senza fine, il tecnico bosniaco sa che la sua panchina è in bilico: inevitabile, allora, che abbia pochissima voglia di parlare.

Ventura – “In questa partita c’erano in palio tre punti importanti e la possibilità di fare un importante salto in avanti in classifica. Durante il riscaldamento si è fatto male El Kaddouri (vittima di un problema muscolare alla coscia destra, la cui entità andrà valutata nei prossimi giorni, ndr) e in pochi minuti abbiamo dovuto cambiare tutto dal punto di vista tattico: i ragazzi sono stati bravi ad adattarsi velocemente. La Lazio ha giocato con grande determinazione, ha dato il 100%, ma ha trovato un Toro che ha giocato al 110%. Abbiamo fatto un buon primo tempo, nella ripresa ci siam difesi bene, concedendo pochissimo a loro e creando diverse occasioni pericolose in contropiede”.

“Tenendo presente che eravamo senza Bovo ed El Kaddouri, due giocatori che nelle ultime partite sono stati molto importanti, ci siamo comportati molto bene. Certo, festeggiare con un successo la 100^ panchina granata mi fa felice, ma sono ancora più contento per i giocatori e per il pubblico. Sono più soddisfatto oggi di quanto lo fossi dopo il 4-1 al Catania, in cui avevamo fatto quattro gol anche grazie agli spazi che ci erano stati concessi: oggi abbiamo giocato da squadra per 90′ e questo è un segnale di grande crescita, la cosa più importante”.

Petkovic – “Non è una situazione facile. Sono tutto sommato soddisfatto per il modo in cui abbiamo giocato, purtroppo ci è mancato sempre l’ultimo guizzo. Mi rendo conto che sembra paradossale dirlo, ma anche stasera meritavamo di più. Se mi sento in bilico? Quando le cose non vanno ogni tecnico deve mettersi in discussione, e questo naturalmente vale anche per me. Detto questo, dobbiamo comunque andare avanti a testa alta e continuare a lavorare con impegno, come stiamo facendo, provando a metterci tutti qualcosina in più. Sono convinto che basti poco per svoltare: se riusciremo a centrare uno o due risultati positivi la nostra stagione cambierà”.