Ex Collegio sgomberato: inizieranno davvero i lavori? Intanto, manifestazione venerdì

Dopo 24 giorni di occupazione, il CSO Ex Collegio di Catania è stato sgomberato: alle 5.30, un importante dispiegamento di forze dell’ordine si è presentato presso l’Ex Collegio e ha costretto gli occupanti ad abbandonare il posto che – in un così breve lasso di tempo – era riuscito a costruire attorno a sé una grossa realtà, riuscendo frattanto a sottrarre al degrado un edificio patrimonio dell’umanità (elemento da mai dimenticare).

Per evidenziare le attività (assolutamente frequenti e variegate), soltanto domenica il neonato Centro Sociale era diventato scenario di una – primissima – jam hip hop in cui tutte le quattro discipline (breaking, djing, mcing e writing) hanno avuto un loro spazio; ma non sono stati solo momenti ricreativi e di libera – in quanto fuori dalle logiche del commercio – aggregazione (oltre alle jam, infatti, non sono mancati aperitivi e djset): l’attività del Centro Sociale si è contraddistinta per l’impegno politico ma anche sociale ed artistico. Sono stati allestiti – in queste settimane d’attività – doposcuola, un’aula studio aperta fino a mezzanotte (in una città carente sotto questo punto di vista), gallerie d’arte permanenti e molto altro.

Fa specie notare come la sovrintendenza si sia resa conto dell’esistenza del Collegio solo dopo che il posto è stato occupato; la cosa ‘positiva’ (doverose le virgolette in attesa di verificare quanto non si tratti di un semplice pretesto per buttare fuori gli occupanti: in tal caso non è escludibile a priori una rioccupazione) è che – con effetto pressoché immediato – dovrebbero partire dei lavori per ristrutturare il posto (o almeno così recitano dei cartelli affissi sull’ingresso della struttura). Ciò che rimane certo, comunque, è che Catania necessita di uno spazio sociale libero. E questi 24 giorni di Ex Collegio sono serviti a dimostrarlo.

L’appuntamento adesso è per le 9 di venerdì prossimo (20 dicembre): Catania scenderà in piazza per una manifestazione dedicata all’Ex Collegio (era già stata programmata una manifestazione per quella data, ma adesso – considerato lo sgombero – la piattaforma è stata modificata di conseguenza); la speranza è che l’affluenza possa essere anche maggiore rispetto a quella dei presidi di ieri (che hanno visto comunque decine di persone scendere in piazza a sostegno del Centro Sociale).