Cdm approva Milleproroghe: tra aiuti (alla Capitale) e rimandi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:02

Enrico Letta

 

L’ultimo Consiglio dei ministri del 2013 ha approvato ieri il decreto “Milleproroghe” che ha blindato alcuni punti centrali del precedente “Salva-Roma” (su cui si era abbattuta la scure quirinalizia).

Il provvedimento, che approderà al Senato il prossimo 2 gennaio, prevede lo stanziamento di 115 milioni a favore della Capitale che potrà così mettere un po’ di ordine nei disastrati conti pubblici. Una “mossa” accolta con favore e gratitudine dal sindaco romano: “Ringrazio il governo per il senso di responsabilità dimostrato e per l’attenzione rivolta alla Capitale”, ha dichiarato ieri Ignazio Marino.

Di tutt’altro avviso il neo segretario della Lega, Matteo Salvini, che non ha faticato a definire una “schifezza” il decreto con cui il governo ha ieri salvato la Capitale dal baratro. Ma la norma “salva-Roma” non è l’unica contenuta nel provvedimento approvato ieri in Cdm. Le accese discussioni dei giorni scorsi hanno persuaso il governo dell’opportunità di porre fine ai contestati “affitti d’oro” di Camera e Senato e di sospendere fino al 30 giugno gli sfratti alle famiglie il cui reddito annuo non supera 21 mila euro, con situazioni particolarmente faticose (anziani, disabili o malati a carico).

L’entrata in vigore della Web Tax (che obbligherà i giganti della Rete ad aprire una partita Iva nel nostro Paese) è stata rimandata al mese di luglio, mentre l’aumento dello 0,7% dell’accisa sui tabacchi e sui prodotti da fumo resta nel novero delle possibilità a cui il governo potrebbe ricorrere per “fare cassa” nei prossimi mesi. A tal proposito è stata confermata invece la tassa di sbarco sulle isole, che costerà 2,50 euro a passeggero.

Misure impopolari, che il premier Enrico Letta ha tentato di “mitigare” annunciando un piano con il quale il governo è riuscito a mettere in salvo 6,2 miliardi di fondi europei che sarebbero andati persi. Soldi che, ha precisato il presidente del Consiglio, verranno investiti a sostegno delle imprese e dell’occupazione, per contrastare la povertà e per potenziare le economie sociali, puntando molto sull’edilizia scolastica.

 

 

 

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!