Cancellieri annuncia pene più severe per i killer della strada

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:04

Italian foreign minister Anna Maria Canc

 

“Entro gennaio porterò in Consiglio dei Ministri un pacchetto di norme che conterrà l’introduzione del reato di omicidio stradale“: ad annunciarlo è stato ieri il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri. 

La norma, che dovrebbe essere presentata con un disegno di legge o con un decreto (nel caso in cui la discussione parlamentare dovesse arenarsi), prevederà un’accelerazione dei tempi della giustizia e sanzioni più severe per gli omicidi della strada ai quali potrà essere revocata (senza alcuna possibilità di restituzione) la patente e comminata una pena carceraria fino a 10 anni.

Per assicurare giustizia ai familiari delle vittime entro tempi ragionevoli il ministro ha inoltre annunciato una “stretta” sui tempi del processo (e del risarcimento) con l’avvio del rito direttissimo per i casi in cui la colpevolezza del guidatore sia stata accertata con chiarezza e del rito immediato per i casi più complessi.

Bisogna proteggere quelle famiglie che si sentono offese nel loro dolore perché non hanno i riscontri che meriterebbero – ha spiegato la Cancellieri – Si tratta ormai di un problema sociale e come tale va affrontato: introdurremo strumenti dissuasivi per chi ritiene di potersi mettere alla guida pur non essendo completamente padrone di se stesso e dunque in disprezzo della vita altrui”.