Calciomercato Milan: con Seedorf un’aria nuova

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:28

seedorf-milanCalciomercato Milan – Clarence Seedorf è arrivato a Milano durante Milan-Spezia di Coppa Italia e, almeno metaforicamente, ha spazzato via la nebbia meneghina. Quella nebbia che sa di aria viziata, irrespirabile. Insomma, quella nebbia che rimanda alle sensazioni provate durante gli ultimi mesi da chi ha assistito alle partite del Milan. Jorginho, Maher, Doria: improvvisamente la girandola dei nomi ha ripreso a girare come non si vedeva da tantissimo tempo e i tifosi tornano a sorridere. Ovvio che poi, come sempre succede, non verranno presi tutti i giocatori accostati in fase di mercato, ma il fatto che si parli di giocatori giovani, di prospettiva sicura, fa sicuramente ben sperare.

Priorità – Come se ci fosse bisogno di sottolinearlo, i problemi principali sono in difesa e in mediana. Per la retroguardia pare che Clarence Seedorf sia rimasto colpito da Doria, suo ormai ex compagno del Botafogo, che in Brasile in molti descrivono come somigliante a Thiago Silva. Altro nome sulla lista è quello di Cesar del Ponte Preta, per il quale bisognerà però battere la concorrenza dell’Inter. In mediana le preferenze espresse riguardano il veronese Jorginho e l’olandese Maher: il primo è richiestissimo da mezza Serie A e non solo, mentre per il secondo bisognerà lavorare ai fianchi la società di Eindhoven per convincerla a cederlo.

Niente scuse – Prima di piazzare i colpi necessari, che probabilmente non avverranno prima di giugno, bisogna però liberare qualche casella della rosa e alleggerirsi da qualche stipendio. Il primo partente è Alessandro Matri, approdato alla corte di Vincenzo Montella per sostituire Rossi e Gomez. Inoltre, in queste ore, l’intermediario Ernesto Bronzetti è in Turchia per cercare di vendere il cartellino di Zaccardo, col Besiktas che pare essere interessato. Insomma, qualcosa si sta muovendo e di sicuro c’è una cosa: per stessa ammissione di Seedorf, son due anni che Berlusconi ha programmato il suo arrivo sulla panchina rossonera. Ora il presidente non ha più scuse: o si apre un nuovo ciclo, o forse è giunto il momento di passare il testimone.

photo credit: typomilan via photopin cc

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!