Bufera sui Modà dopo il caso Paolo Bovi

E’ bufera in questi giorni sui Modà per il caso legato a Paolo Bovi, ex tasterista e oggi fonico del gruppo, accusato di molestie nei confronti di minori.

Precisando che siamo contrarie a qualsiasi tipo di violenza, verbale o fisica contro bimbi, donne o anziani, la notizia dell’arresto di Paolo ci ha lasciato incredule. Noi non vogliamo fare un processo a Paolo: se è colpevole è giusto che paghi; la giustizia farà il suo corso ma quello che ci sta ferendo di più in questi giorni sono tutte le cattiverie che si leggono sul web o si sentono dire in giro; cattiverie che non stiamo qui a ripetere. E per di più i media stanno amplificando la cosa in modo assurdo…

I Modà sono 5 ragazzi puliti, umili, semplici che amano fare musica e sono amati per questo da tanti bambini. Con la loro musica danno forza a tante persone, con i loro sorrisi fanno star bene chi li ama, sorrisi che qualcuno sta cercando di spegnere.

Ma noi fan siamo qui per loro, accanto a loro, pronti a sostenerli in questo momento così duro. La gente si preoccupa solo di dire cattiverie non pensando che dietro ai Modà ci sono degli esseri umani con un cuore e sentimenti: nessuno si chiede cosa provano in questo momento Kekko, Enrico, Stefano, Diego e Claudio? Per la gente sono colpevoli per quello che si dice abbia fatto Paolo Bovi!

Per la gente, appunto, ma non per i loro fan, quelli veri, quelli che li amano e non li abbandoneranno mai; quelli come noi che in questo momento stiamo scrivendo.

I Modà usciranno a testa alta da questa storia nonostante tutto e saranno più forti di prima…

“Per ucciderci del tutto ci vuole molto più veleno”.

A cura di Moda’,5 ragazzi,una band,un sogno; ∞