Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Letta soddisfatto: Meno tasse per imprese e più soldi per cassa integrazione

CONDIVIDI

Italy's Prime Minister Letta gestures next to Economy Minister Saccomanni and Labour Minister Giovannini during a meeting for  "Jobs for Youth - Building Opportunities, Opening Paths", at Palazzo Chigi in Rome

 

Convocati ieri a Palazzo Chigi, i ministri Fabrizio Saccomanni ed Enrico Giovannini (rispettivamente responsabili dell’Economia e del Lavoro) avrebbero messo di buon umore il premier Enrico Letta.

A conclusione del vertice ristretto, infatti, il presidente del Consiglio ha dichiarato: “Come avevamo promesso, ecco i primi effetti positivi della legge di stabilità: si riduce la pressione fiscale sulle imprese e arrivano nuovi fondi per la cassa integrazione“. Più precisamente: la sinergia tra i due ministeri avrebbe portato alla riduzione di un miliardo di euro dei pagamenti delle imprese per le assicurazioni Inail e allo stanziamento di 400 milioni di euro per la cassa integrazione in deroga.

Misure che il capo del governo (fiaccato da troppi pensieri, non ultimo la possibilità di dover procedere a un imminente “rimpasto”) ha salutato positivamente, come testimoniato anche dal video (rigorosamente muto) postato sul canale youtube di Palazzo Chigi. In cui si vede un Enrico Letta quanto mai attento, interloquire fitto con i suoi due ministri, tra sorrisi stirati (soprattutto di Fabrizio Saccomanni) e gesti controllati (soprattutto di Enrico Giovannini).

Non solo: a rendere più lieta la giornata del presidente del Consiglio, sono stati anche i dati diffusi ieri da Eurostat, che ha fotografato un calo del debito pubblico italiano (dopo 8 trimestri di continua crescita). “Dopo i dati Istat sulla ripresa dell’industria – ha commentato Enrico Letta – si tratta di un’altra riprova della bontà del cammino di politica economica intrapreso. Un nuovo segnale che ci incoraggia a proseguire sulla strada delle politiche per la crescita, nel rispetto della tenuta dei conti pubblici”.