Home Televisione

Sanremo 2014 si apre con sorpresa: due operai minacciano di gettarsi dalla balaustra

CONDIVIDI

Al via Sanremo 2014. La 64esima edizione della kermesse canora si apre con sorpresa: due operai minacciano di gettarsi dalla balaustra. Erano passati pochi secondi da quando Fabio Fazio aveva dato inizio alla serata. Luci spente in sala e un solo faro ad illuminare il presentatore che apre il Festival di Sanremo iniziando un monologo sulla bellezza. Poche parole e delle grida indistinte iniziano ad aleggiare in sala. Non si comprende bene cosa stia accadendo, l’unica cosa certa è che l’apertura della manifestazione si preannuncia movimentata. Qualche attimo dopo e la regia inquadra due uomini in bilico su una balaustra, hanno in mano una lettera e minacciano di lasciarsi cadere nel vuoto.

Fazio cerca di gestire al meglio, con risultati non proprio brillanti. La scena fa riaffiorare alla mente ricordi di un lontano Festival presentato da Pippo Baudo e di una situazione molto simile. Baudo al tempo raggiunse l’uomo che minacciava il gesto estremo e lo convinse a mettersi in sicurezza. Fazio, dal canto suo, ha preferito sottolineare come scene simili non siano più una sorpresa nel contesto sanremese e ha invitato i due uomini a seguire il personale  ed abbandonare così la balaustra, promettendo di leggere la lettera che stringevano in mano. Gli uomini, restii, alla fine cedono ma Fazio, dopo un breve riassunto del contenuto del foglio, decide di proseguire il monologo e presentare così l’omaggio che Ligabue fa a Fabrizio De Andrè. Forse durante l’esibizione del cantante emiliano, qualcuno deve aver ricordato al conduttore che una promessa è tale se viene rispettata. E così Fabio Fazio, lettera alla mano, torna sul palco leggendo quelle poche righe colme di disperazione, di uomini che chiedono alle istituzioni ‘il diritto al lavoro e alla dignità‘.