Crisi: sempre più anziani chiedono prestiti

Prestiti

 

Sempre più over 60 fanno richiesta di prestiti. E’ quanto emerge dall’indagine condotta dal portale Facile.it in collaborazione con Prestiti.it, che ha rilevato un incremento della percentuale degli anziani – passata negli ultimi due anni dal 6,5% al 9% – che si sono rivolti agli istituti di credito per ottenere un “aiutino”.

L’indagine, condotta su un campione di oltre 30 mila richieste di prestito nel secondo trimestre del 2013, ha messo in evidenza come l’80% del campione sia rappresentato da pensionati, quasi sempre uomini (nel 75% dei casi).

La somma media richiesta dagli over 60 è di 10.500 euro che si impegnano a restituire in 67 rate (spalmate in 5 anni e mezzo) di circa 200 euro mensili. Quanto ai motivi che spingono i non più giovanissimi a rivolgersi agli istituti di credito: al primo posto, indicato dal 23% del campione preso in esame, troviamo il bisogno di maggiore liquidità per motivi non meglio dettagliati. Al secondo posto, indicato dal 22%, compare invece la volontà di ristrutturare casa, ma non mancano purtroppo le richieste collegate alla necessità di far fronte a spese mediche particolarmente gravose.

Il 18% degli over 60 monitorati da Facile.it e Prestiti.it dichiara, invece, di aver chiesto un prestito per l’acquisto di un’auto usata e il 3% per contribuire alle spese del matrimonio di un figlio. In continuo aumento, infine, il numero degli anziani che chiedono maggiore liquidità per aiutare figli o nipoti che faticano a trovare una loro stabilità economica.

Significativa anche la “geografia” fotografata dall’indagine che conferma la maggiore sofferenza delle regioni del Sud. La percentuale più alta di richieste di prestito da parte degli over 60 va riferita, infatti, alla Sicilia (13,1%), seguita dalla Campania (12,2%), dalla Calabria (11,3%), dal Molise (11%), dalla Liguria (10,6%), dall’Abruzzo (10,3%) e dalla Puglia (10,2%). Tra le regioni meno “bisognose”, invece, la Basilicata (5,7%), l’Emilia Romagna (5,9%) e la Lombardia (6,3%).