Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Renzi dalla Merkel: euro-pirla o statista?

CONDIVIDI

ALLIANCE - BERLINO : IL PREMIER MATTEO RENZI INCONTRO ANGELA MERKEL

 

Com’è andata la trasferta di Matteo Renzi in Germania? Il premier, che in Italia ha gioco facile coi pallidi avversari politici, ha davvero convinto Frau Merkel? Ed è davvero riuscito a riabilitare la dignità italiana al cospetto del Paese che da sempre traina l’economia della zona euro, lasciando tutti gli altri indietro?

Le opinioni sono, come sempre, discordanti. Ospite ieri sera della trasmissione televisiva Otto e mezzo, l’ex presidente del Consiglio, Mario Monti (che con la Merkel ha intrecciato negli anni una lunga frequentazione nei consessi internazionali) ha sostanzialmente promosso il Renzi in missione teutonica: Ha manifestato la volontà di rispettare tutti i vincoli imposti e ho notato una facilità di dialogo da entrambi i lati – ha affermato l’ex tecnico – Mi sembra ci sia feeling con la Cancelliera Merkel e questo è positivo”.

Di tutt’altro avviso il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta“Dal combinato disposto delle dichiarazioni del Cancelliere tedesco, Angela Merkel, e del suo ministro delle Finanze, Wolfgang Schauble – ha scritto in una nota – oggi (ieri per chi legge, ndr) a Berlino il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, non ha cavato un ragno dal buco. Altro che riduzione della pressione fiscale in deficit – ha denunciato il forzista – altro che coperture creative. Schauble e Merkel hanno riportato Renzi con i piedi per terra“.

Ma a difendere l’onorabilità dell’Italia (e dunque anche del suo presidente del Consiglio in visita a Berlino) ci ha pensato Angelino AlfanoL’Italia è un grande Paese che sa esattamente quello che deve fare – ha scandito fiero il ministro dell’Interno da New York – Ha avviato la ripresa e siamo sulla strada giusta. Siamo un Paese fondatore dell’Ue e dunque un Paese che deve contribuire a dare la linea”.

Parole che non trovano alcun riscontro nelle dichiarazioni del segretario della Lega, Matteo Salvini: A Berlino abbiamo assistito allo show di un euro-pirla – ha subito affondato il numero uno del Carroccio – Renzi, amico della Germania e nemico dell’Italia. Solo un cretino può pensare che possiamo essere alleati”. Di più: “Se la Merkel è contenta e gli fa gli auguri, allora ha capito che continua a guadagnarci – ha rincarato Salvini – Basti pensare che da quando siamo entrati nell’euro, la Germania è cresciuta del 30% mentre l’Italia è calata invece del 20%”.

E non poteva mancare il commento di Beppe Grillo, che ha scelto di concentrarsi sull’abbottonatura (sbagliata) del capotto di Renzi, impietosamente immortalata dai fotografi presenti a Berlino. “Dai…almeno è giovane e sveglio!”, è stato il laconico commento del blogger su facebook, che ha dato il là a un diluvio di annotazioni (non proprio lusinghiere) sulla “sbadataggine” del presidente del Consiglio.

 

 

 

 

 

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram