Mercoledì nero per il trasporto pubblico: al via sciopero di 24 ore

Sciopero mezzi

 

Quella di oggi sarà una vera e propria giornata di “passione” per i tanti italiani che raggiungono il posto di lavoro coi mezzi pubblici. Le sigle sindacali di categoria – Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri – hanno, infatti, confermato lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale.

Metro, autobus e tram resteranno fermi per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale, scaduto da sette anni. Della vicenda se ne sta occupando il ministero dei Trasporti, ma sindacati, associazioni datoriali e rappresentanti governativi non sono fin qui riusciti a sciogliere il nodo.

Lo stop dei mezzi pubblici riguarderà tutto lo Stivale. A Milano lo sciopero inizierà alle 8,45 e si interromperà alle 15 per poi ripartire alle 18 fino alla fine del servizio. A Roma non si potrà salire su autobus e metro dalle 8,30 alle 17,30 e dalle 20 fino a conclusione del servizio giornaliero. A Firenze lo scioperò partirà alle 9,15 e si prolungherà fino alle 11,45 per poi riprendere dalle 15,15 fino a fine servizio. Orari simili a quelli di Torino dove i mezzi resteranno fermi dalle 9 alle 12 e dalle 15 fino al termine del servizio. A Napoli lo sciopero prenderà il via alle 8,30 e si interromperà alle 17 per poi ripartire alle 20 sino a tarda sera. E non saranno “risparmiate” le isole: a Palermo mezzi in deposito dalle 8,30 alle 17,30 e a Cagliari dalle 8,45 alle 12 e dalle 15 fino a fine servizio.