Piaggio Aero: lavoratori in sciopero

Piaggio Aero

 

In concomitanza con l’incontro che si svolgerà questa mattina, nella sede di Confindustria, tra le sigle sindacali e i rappresentanti dell’azienda Piaggio Aero, la Rsu (Rappresentanza sindacale unitaria) dello stabilimento genovese ha invitato i lavoratori ad aderire a uno sciopero di 4 ore (dalle 8 alle 12).

La Rsu di Genova condivide con Fim, Fiom e Uilm regionali la stessa posizione – si legge nella nota diffusa ieri dai rappresentanti dei lavoratori – che vengano tolti dal tavolo gli esuberi; che siano confermate dal ministero del Lavoro le condizioni di accesso alla Cigs (2 + 2) e che sia confermata a Genova la presenza del sito produttivo come da accordo di programma del 2008″. 

“Le affermazioni sulle ‘eccedenze previste nelle risorse’ fatte dal direttore generale (dell’azienda, ndr) durante l’intervista a un’emittente locale e le voci sempre più diffuse di imminente costituzione di una nuova società per la gestione del service – continua il comunicato diffuso dalla Rsu – non aiutano a mantenere i nervi saldi e il cuore sereno”.

Intanto ieri, su iniziativa del primo cittadino di Finale Ligure (dove ha sede l’altro stabilimento della Piaggio Aero), Flaminio Richeri, circa 50 sindaci della Provincia di Savona hanno testimoniato ai sindacati la loro vicinanza ai lavoratori a rischio. In un documento congiunto, sindaci e sindacati hanno ribadito all’azienda la richiesta di garantire il ricollocamento di tutti i dipendenti di Finale predisponendo il loro trasferimento nel nuovo sito di Villanova d’Albenga.

“Questa è un’iniziativa importante di sostegno alla vertenza da parte della politica locale – ha spiegato il segretario provinciale della Fiom di Savona, Andrea Pasa – Domani (Oggi per chi legge, ndr) incontreremo l’azienda in Confindustria a Genova e chiederemo che si entri nel merito del piano industriale senza tergiversare”.

 

 

Articolo precedenteElectrolux: nuovo tavolo 8 aprile
Articolo successivoRenzi sbertucciato da Lega e M5S
Siciliana di origine, romana d'azione, scrivo da anni occupandomi principalmente di politica e cronaca. Ho svolto attività di ufficio stampa per alcune compagnie teatrali e mi muovo con curiosità nel mondo della comunicazione. Insegnante precaria, sto frequentando un corso per insegnare italiano agli stranieri.