Ddl province, il governo blinda il testo: Sì al voto di fiducia

renzi-delrioDdl province con voto di fiducia – Oggi giornata importante per le Province e riunione chiave stasera su Senato e Regioni”, ha scritto Matteo Renzi stamane su twitter.
Oggi, infatti, è previsto il voto del Senato sul ddl che riguarda il taglio delle province proposto da Delrio, ddl su cui il governo ha posto la fiducia.
Il rischio è proprio la tenuta della maggioranza, che ieri, infatti, è stata battuta due volte su due emendamenti al ddl di riforma delle Province  in Commissione Affari Costituzionali al Senato.
“Se domani passa la nostra proposta sulle province 3000 politici smetteranno di ricevere una indennità dagli italiani. La volta buona”, aveva annunciato proprio ieri Matteo Renzi, non prevedendo a quanto pare, i rischi del voto al Senato, previsto oggi per le 18,00.

Il caso Mauro – Decisiva nel voto di ieri che ha fatto traballare la maggioranza, l’assenza di Mario Mauro, senatore del gruppo Per l’Italia, che non ha partecipato al voto. Si è trattato, secondo Mauro, di un’assenza politicaper esprimere il proprio “dissenso sull’impianto del ddl Delrio.
Il ddl, continua Mauro, avrebbe “limiti di costituzionalità” e “i costi non sarebbero affatto diminuiti”. Quindi, al di la’ del riformismo annunciato dal governo, questo ddl non produce gli effetti annunciati”. 

Matteo Oliviero