Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

M5S: Grillo detta le regole per gli eletti alle Europee

CONDIVIDI

Europee M5S

 

E’ apparso ieri pomeriggio, intorno alle 18,15, il comunicato politico numero 51 con cui Beppe Grillo ha reso note le regole a cui gli europarlamentari a 5 Stelle dovranno attenersi dopo la loro elezione.

Un vero e proprio codice di comportamento, nel quale il blogger di Genova ha voluto subito affrontare il punto sensibile delle alleanze. “I deputati del M5S al Parlamento europeo, salvo quanto di seguito previsto, non dovranno associarsi ad altri gruppi politici, se non per votazioni su punti condivisi – viene spiegato – Laddove si manifestasse la possibilità di costituire in seno al Parlamento europeo un gruppo politico con deputati di altri Paesi europei che condividano i valori fondamentali del Movimento 5 Stelle – si precisa di seguito – verrà fatto, su proposta di Beppe Grillo, in qualità di capo politico del M5S, e ratificata tramite votazione in Rete da parte degli iscritti al M5S”.

Particolarmente interessante risulta poi la parte relativa alle sanzioni nella quale viene prescritto l’obbligo a dimettersi in caso di condanna in primo grado o se almeno 500 iscritti al Movimento 5 Stelle residenti nella circoscrizione nella quale il l’europarlamentare è stato eletto lo dichiarino, sulla scorta di solide motivazioni, gravemente inadempiente. Chi si rifiutasse di farlo, verrà sanzionato con una multa di 250.000 euro, da versare al Comitato Promotore Elezioni Europee Movimento 5 Stelle che lo devolverà poi a un ente benefico.

Non solo, nel codice di comportamento diffuso ieri dal “megafono” del M5S viene ripetutamente sottolineato che i deputati eletti a Bruxelles dovranno prioritariamente impegnarsi per il conseguimento degli obiettivi indicati nel programma del movimento, sintetizzabili in 7 punti: referendum per la permanenza nell’euro, abolizione del Fiscal Compact, adozione degli Eurobond, alleanza tra i Paesi del Mediterraneo per una politica comune, investimenti in innovazione e nuove attività produttive esclusi dal limite del 3% annuo di deficit di bilancio, finanziamento per attività agricole e di allevamento finalizzate ai consumi interni e abolizione del pareggio di bilancio.

 

 

 

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram