Nielsen: consumatori sempre più smart

 

Smartshopping

 

In tempi di crisi, si sa, è necessario economizzare. E i consumatori italiani, fotografati nell’ultimo report realizzato dalla Nielsen, hanno dato prova di grande oculatezza.

L’analisi realizzata dalla Nielsen Italia si intitola “Dallo smartphone allo smartshopper” e focalizza l’attenzione sulla sempre più numerosa platea di consumatori che si affidano alla Rete prima di acquistare un prodotto. Sarebbero circa 18 milioni e su internet (o sulle applicazioni ad hoc presenti nei loro smartphone) si informerebbero non solo sulle caratteristiche del bene che vorrebbero comprare, ma anche sui prezzi che hanno la possibilità di comparare consultando più siti. Per non parlare dei feedback degli altri smartshoppers, che con i loro commenti riescono, quasi sempre, a orientare le decisioni di acquisto degli altri compratori.

Esistono due tipologie di smartshoppers: quelli che praticano il cosiddetto “infocommerce”ovvero che si documentano accuratamente sulla Rete per poi andare ad acquistare nei negozi (scegliendo magari il punto vendita più conveniente segnalato dalla stessa Rete) e quelli che si danno allo “showrooming” e che, al contrario dei primi, preferiscono prima passare nei negozi (dove ispezionano con attenzione il prodotto) per poi acquistarlo online, beneficiando delle offerte promosse dai siti specializzati.

Il report della Nielsen Italia ha rivelato che, se nel 2010 l‘84% dei consumatori faceva infocommerce e il 26% showrooming, nel 2013 la percentuale dei primi è scesa al 67% e quella dei secondi è salita al 36%. Cifre che, secondo l’amministratore delegato della Nielsen, Giovanni Fantasia, prefigurano un “cambio di passo” nelle abitudini di acquisto degli smartshoopers italiani.