Fiat Pomigliano: impacchettate auto dipendenti “infedeli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:50

Fiat Pomigliano

 

L’iniziativa è indubbiamente originale, ma ha sollevato un nuovo “polverone” in casa Fiat. Dopo il video dei dipendenti di Melfi, scanzonati e felici tra catene di montaggio e sale mensa, la “campagna cuore infranto” realizzata ieri a Pomigliano d’Arco rischia, infatti, di sclerotizzare le tensioni tra “marchionniani” e non.

In pratica, gli operai dello stabilimento campano possessori di auto non Fiat, a conclusione del loro turno di lavoro, si sono imbattuti ieri in una visione insolita: quella della loro macchina completamente impacchettata, con tanto di biglietto a forma di cuore spezzato sul parabrezza. Recante il seguente messaggio: “Possiamo nasconderti l’auto, ma non i nostri sentimenti: vederti andare in giro con un’altra ci spezza il cuore“. E a seguire l’invito a recarsi alla più vicina concessionaria (rigorosamente Fiat) per acquistare una vettura beneficiando dello speciale sconto dipendente di mille euro.

L’operazione, commissionata a un’agenzia di comunicazione piemontese, ha suscitato reazioni contrastanti. Ad apprezzarla è stato, tra gli alti, un team leader dello stabilimento di Pomigliano, Sebastiano Buono“Solo in Italia non si ama il proprio prodotto – ha detto – Se vai in Francia, tutti hanno auto con marchio francese, a partire dagli uomini delle istituzioni, che valorizzano i prodotti del proprio Paese. Quella in corso è un’iniziativa di marketing nuova e molto carina, che voleva solo risultare simpatica. Ma si sa che non tutti – ha chiosato Buono – la pensano allo stesso modo”.

E, infatti, a reagire in maniera completamente diversa sono stati gli aderenti al sindacato Slai Cobas, che non hanno accennato al minimo sorriso davanti alle macchine incellophanate. Anzi: “Marchionne ci viene a sfottere in casa e noi lo denunciamo ai giudici”, ha detto Luigi Aprea, che ha annunciato la presentazione alla Procura di Nola di un esposto contro l’azienda per mobbing e violenza privata.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!