Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Eurostat gela l’Italia: ultima per numero laureati

CONDIVIDI

Laureati

 

Se la “salute” di un Paese si valuta anche dal numero di giovani che, ultimati gli studi universitari, si candidano a determinare la crescita collettiva, allora non ci sono dubbi: l’Italia versa davvero in pessime condizioni.

La terra di Dante e  Petrarca ha registrato l’anno scorso un triste primato: quello di aver sfornato il minor numero di laureati in tutta Europa. Stando alla rilevazione dell’Eurostat, infatti, solo il 22,4% dei giovani italiani compresi tra i 30 e i 34 anni ha raggiunto nel 2013 l’agognato traguardo; una percentuale significativamente inferiore alla media europea che si è attestata al 36,8%.

Meglio di noi anche la Romania (22,8%), la Croazia (25,9) e Malta (26%). Per non parlare delle distanze siderali che ci dividono dall’Irlanda (dove il numero di laureati nel 2013 ha raggiunto quota 52,6%), dal Lussemburgo (52,5%), dalla Lituania (51,3%), dalla Svezia (48,3%), da Cipro (47,8%) e dalla Gran Bretagna (47,6%). E a guardarci da lontano sono anche la Francia (44%), la Spagna (40,7%) e la Germania (33,1%).

Ma le brutte notizie non finiscono qui. Il rapporto dell’Eurostat ha, infatti, rilevato che anche la percentuale di abbandoni scolastici ha raggiunto in Italia livelli preoccupanti. Contro una media europea dell’11,9%, il 17% dei 18-24enni italiani si è fermato l’anno scorso alle scuole medie, inchiodando il Belpaese al quintultimo posto della classifica europea a 28.

 

 

 

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram