Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Fiat Termini Imerese: altri 6 mesi di cassa integrazione

CONDIVIDI

Fiat Termini Imerese

 

Lo stabilimento Fiat di Termini Imerese è fermo dal 2011 e, nonostante le ripetute promesse e i roboanti annunci, gli operai non sanno ancora quale sorte li attendi.

Della delicata vertenza sono tornati a parlare ieri col viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, tutti gli interlocutori coinvolti: dalle istituzioni territoriali alle associazioni di categoria passando per le Rsu e i sindacati. A conclusione dell’incontro è stata annunciata la proroga per altri sei mesi (fino al 30 dicembre 2014) della cassa integrazione in deroga. 

“E’ un primo passo – è stato il commento di Giovanni Scavuzzo, segretario provinciale della Fim-Cils Palermo – ma il provvedimento per noi va migliorato sul fronte della certezza della continuità dei pagamenti, cioè la garanzia per i lavoratori di percepire l’assegno sin dal mese di luglio”. 

La decisione di prolungare, in via del tutto straordinaria, la cassa integrazione agli operai siciliani sarebbe da ricondurre alla presentazione di 4 progetti di reindustrializzazione al vaglio del Mise. Le aziende che si sono candidate a “ridare vita” all’ex stabilimento della Fiat sarebbero la Mossi, la Ghisolfi, un’azienda specializzata nella realizzazione di auto ibride e un’altra che produce batterie di ultima generazione.

“Si tratta di progetti che sono in avanzata fase di definizione e hanno l’obiettivo di assicurare una ripresa produttiva dell’area e di aprire adeguate opportunità occupazionali per gli addetti del sito Fiat di Termini Imerese e per quelli dell’indotto”, ha dichiarato il viceministro De Vincenti.

Mentre le tute blu di Termini Imerese hanno ieri scelto di inscenare l’ennesima forma di protesta davanti ai cancelli della fabbrica. Prendendo spunto dalla campagna pubblicitaria promossa dalla Fiat a Mirafiori e Pomigliano d’Arco, gli operai hanno “incellophanato” l’ingresso dello stabilimento recapitando alla dirigenza della Fiat un messaggio inequivocabile: “Anche tu ci hai spezzato il cuore…”.

 

 

 

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram