Seus Sicilia nel caos: assessore Borsellino dice no a taglio stipendi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:41

Seus Sicilia

 

A molti il nome Seus non suggerirà alcunché, eppure la Sicilia Emergenza-Urgenza Sanitaria, la società che nell’isola si occupa della gestione del servizio di trasporto del 118, sta infiammando il dibattito politico regionale.

Da qualche mese la Seus è stata commissariata a causa dei conti in rosso. Alla plancia del comando è stato scelto Angelo Aliquò, al quale è stato affidato il più arduo dei compiti: quello di predisporre un piano industriale capace di superare le ciclopiche difficoltà e tutelare il personale. Come fare? Il neo direttore generale ci sta lavorando, ma a remargli contro sembra essere il Consiglio di gestione della Seus, che ha proposto di aprire un tavolo di crisi con i sindacati per procedere con il taglio degli stipendi dei lavoratori.

Un’idea che ha scatenato un vero e proprio putiferio sotto il cielo di Palermo. A insorgere è stata innanzitutto l’assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino“Il paventato taglio agli stipendi di oltre 3.200 lavoratori della Seus, la società a totale partecipazione pubblica che gestisce in Sicilia il servizio di emergenza sanitaria sul territorio – ha detto – non è certamente la soluzione auspicabile rispetto alle criticità gestionali della società”.

Un no netto alla proposta di procedere con i contratti di solidarietà prospettati dal Consiglio di gestione che, secondo molti, finirebbero per svilire gli sforzi fin qui fatti per risalire la china. E che, oltretutto, potrebbero creare tensioni tra i lavoratori, con ricadute più che rischiose sulla qualità del servizio “salvavita” che devono svolgere.

“Auspico non si debba ragionare in termini di crisi, ma di percorsi e programmi condivisi sul piano strutturale e di sistema – ha aggiunto l’assessore Borsellino – in aderenza anche alle indicazioni fornite dalla Corte dei Conti nell’ambito delle continuative e proficue relazioni istituzionali”.

 

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!