Cuore: ricercatori italiani scoprono come ringiovanirlo grazie ad una proteina

Una scoperta che ha i colori della nostra bandiera: è stato, infatti, un gruppo di scienziati italiani coordinato dall’ Università di Padova e dal Venetian Institute of molecolar medicine a scoprire una proteina in grado di ringiovanire il cuore. Si tratterebbe della Atrogin-1, una proteina che favorisce due meccanismi importantissimi per il nostro cuore:  il proteasoma e l’autofagia. La prima è il sistema con cui le cellule vecchie vengono eliminate, mentre il secondo permette di rimuovere selettivamente mitocondri ed organelli danneggiati, favorendo un processo di “riciclo cellulare”. Tali meccanismi purificano il cuore e permettono di mantenerlo sempre giovane.

Lo studio condotto e finanziato da Telthon è stato fondamentale per la prevenzione e la cura di una malattia rara: la  cardiomiopatia ipertrofica restrittiva, una malattia genetica o acquisita del muscolo cardiaco, che provoca un ispessimento delle pareti del ventricolo sinistro. Tale malattia ha conseguenze gravissime poichè ostacola una regolare contrazione del cuore e crea una predisposizione ad irregolarità del ritmo cardiaco. Ora, avendo provato l’importanza della proteina Atrogin-1 si potrà intervenire facendo leva sul ruolo di questa. Infatti è stato osservato come l‘assenza di tale proteina provochi una sospensione dei due sistemi di smaltimento di cellule nocive , comprovando come tali meccanismi non siano indipendenti ma entrambi sottoposti all’efficace funzionamento dell’Atrogin-1. Un fondamentale passo avanti della medicina!