Coppa Italia 2014: Daspo di 5 anni a Genny a’carogna.

a carognaDaspo di 5 anni e denuncia per istigazione a delinquere  per l’ultrà partenopeo Gennaro Di Tommaso detto  Genny ‘a carogna. Lo  ha comunicato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Oltre a Gennaro Di Tommaso (Genny) anche un altro ultrà (Massimiliano Mantice) è stato condannato.  I due ultrà del Napoli sono stati ripresi dalle telecamere Sabato sera sulle recinzioni della curva dell’Olimpico riservata ai tifosi partenopei per la finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli.  A distanza di due giorni dalla partita in cui il Napoli ha vinto la Coppa Italia battendo la  Fiorentina 3 a 1 e in cui gli ultrà hanno battuto lo Stato.

Le polemiche restano ancora aspre tra le istituzioni che cercano di correre ai ripari cercando  di infliggere condanne più aspre e le tifoserie che rispondono per le rime. Pare che gli ultrà partenopei abbiano dato mandato a stampare in una tipografia campana  30mila magliette con la scritta “Speziale libero”, la stessa indossata dal capo tifoseria Genny ‘ carogna, che avrebbe dato il suo permesso all’inizio della partita solo dopo una lunga trattativa. Trattativa che è stata smentita da tutti anche se oggi si valuta se indagare lo stesso Gennaro De Tommaso per avere  disturbato l’ordine pubblico facendo ritardare l’inizio dell’incontro calcistico. Domani alle ore 13 il ministro dell’Interno mercoledì riferirà in aula alla Camera sui fatti verificati il 3 maggio scorso nei pressi dello stadio Olimpico di Roma. Lo ha reso noto l’ufficio stampa del Viminale, aggiungendo inoltre che la conferenza stampa dello stesso Alfano, di presentazione del Piano Sicurezza per Roma, prevista per oggi, è rinviata ad altra data.