Napoli-Cagliari 3-0, prosegue la fame di vittoria partenopea

napoliIl cielo è azzurro sopra Napoli, gli uomini di Benitez dimostrano che nonostante Coppa Italia conquistata da poco hanno fame di vittoria. Stavolta la vittima è un Cagliari che non ha nulla da chiedere al campionato e con la testa già in vacanza. La festa azzurra è cominciata prima della partita con la sfilata della Coppa Italia  e l’aritmetica certezza del terzo posto dopo il ko della Fiorentina per mani del Sassuolo. La festa prosegue con Mertens che festeggia, segnando su rigore, non solo la coppa appena conquistata ma anche il suo 27esimo compleanno . Goran Pandev e Dzemaili  completano l’opera portando a tre lo score del Napoli.  Fa festa anche il terzo portiere Roberto Colombo che, al suo terzo anno in azzurro , fa finalmente  il suo esordio in serie A.  L’unico a non gioire del tutto è Marek Hamsik. Lo slovacco, ancora a secco dallo scorso 2 novembre, non riesce a trovare quella rete che che lo sbloccherebbe. Ma poco importa. Dopo i fatti della Coppa Italia a Napoli si è parlato non di cronaca nera ma bensì di calcio. I tifosi hanno applaudito i loro beniamini dal calcio d’inizio al fischio finale della partita. Ecco i commenti a caldo dei due allenatori

Benitez: “Sono felice di aver visto una prestazione così dopo i fatti della Coppa Italia. Prima della finale ai miei ragazzi ho detto che qualora avessimo perso non sarebbe cambiato nulla, abbiamo messo un titolo in più in bacheca ma quello che importa è che stiamo seguendo la strada giusta. Per quanto riguarda i fatti di Roma spero non succedano mai più, le autorità hanno il diritto a preservare la tutela di tutti, noi siamo solo allenatori”

 

Pulga: “C’è poco da dire sulla gara, quando si perde con un risultato così beh bisogna ammettere la superiorità dell’avversario, non pensavo che il Napoli giocasse con questa cattiveria c’è stato poco da fare”