Sita: licenziamenti sospesi per 439 dipendenti campani

Sita

 

La giornata di ieri era iniziata malissimo per i lavoratori della Sita Sud Campania, ai quali era stato annunciato l’avvio della procedura di mobilità (anticamera del licenziamento). Il pomeriggio ha però portato confortanti sviluppi e, a conclusione dell’incontro svoltosi nella sede della Regione a Napoli, i 439 autisti a rischio hanno potuto tirare un sospiro di sollievo poiché i paventati licenziamenti sono stati “congelati” fino al prossimo incontro convocato per lunedì prossimo.

All’origine della vertenza, che ha spinto ieri i lavoratori a incrociare le braccia causando il temporaneo blocco del servizio, ci sarebbero i rapporti tesi tra l’azienda e le amministrazioni locali: Regione Campania e Province di Napoli, Salerno e Avellino. Tensioni che tutti gli interlocutori in campo – dai dirigenti della Sita all’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella, passando per i sindacati e gli altri amministratori del territorio – dovranno tentare di allentare nel corso del prossimo vertice.

“Quanto sta accadendo è la palese dimostrazione di quanto la Cgil Campania sostiene da tempo: la Regione non sta affrontando in maniera adeguata la vertenza – ha dichiarato il sindacalista Franco Tavella – Il trasporto pubblico in Campania si è polverizzato e questa ne è l’ennesima, triste dimostrazione. L’assessore Vetrella prenda atto del fatto che le scelte sinora fatte hanno prodotto nell’intero territorio risultati disastrosi e ne tragga le dovute conclusioni. La politica dei trasporti in Campania – ha rimarcato il segretario regionale della Cgil – è miseramente fallita lasciando sul campo migliaia di posti di lavoro”.