Oms: lunga vita agli italiani

Anziani

 

Che l’Italia sia un Paese per (e di) vecchi lo ha confermato anche  il “World Health Statistics 2014”, l’indagine sulle aspettative di vita confezionata dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità).

Stando ai dati raccolti dall’organizzazione, gli italiani avrebbero un’aspettativa di vita media pari a 82,6 anni, che li porrebbe sul gradino più basso del podio mondiale. Meglio di noi solo gli svizzeri, con un’aspettativa di vita di 82,9 anni, e i singaporiani, con 82,65 anni.

Non solo: lo studio realizzato dall’Oms ha rivelato che l’aspettativa di vita, a livello mondiale, è cresciuta di 6 anni dal 1990. Ma esistono ancora marcate differenze tra le varie zone della Terra, con squilibri marcatissimi tra i Paesi industrializzati e quelli sottosviluppati. In estrema sintesi: un bambino che nasce in un Paese ricco vive mediamente 76 anni, mentre uno nato in una zona povera rischia di non superare i 60 anni di età.

A determinare l’aumento della vita media mondiale è il fatto che sempre meno bambini muoiono prima dei cinque anni – ha spiegato Margaret Chan, direttore generale dell’Oms – Ma ci sono ancora differenze troppo grandi fra i Paesi ricchi e quelli a basso reddito”.