Tumore al pancreas, la diagnosi precoce passa per la saliva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:43

Passo avanti verso la diagnosi precoce del tumore al pancreas (uno dei più aggressivi in assoluto, che colpisce 10mila persone all’anno in Italia). Grazie ai ricercatori della San Diego State University adesso sarebbe possibile avere una diagnosi precoce solamente grazie all’analisi della saliva del paziente (che riscontrerebbe un’elevata presenza di alcuni particolari batteri, come il Leptotrichia e il Campylobacter).

Prendendo un campione di 131 pazienti (63 donne e 68 uomini) che si erano rivolti al San Diego Moores Cancer Center, i ricercatori hanno potuto notare come – nel caso delle 14 persone cui è stato diagnosticato il cancro in questione – sono stati osservati livelli più alti del normale dei due succitati particolari batteri (e livelli molto bassi di altri batteri come Streptococco, Treponema e Veillonella).

Queste le considerazioni degli studiosi al riguardo: “I risultati del nostro studio evidenziano la presenza di un particolare profilo microbico nei pazienti malati di cancro al pancreas. Potremmo essere in grado di diagnosticare questa malattia semplicemente prelevando un campione di saliva del paziente e guardando la composizione batterica presente”.

Che sia un passo avanti verso la diagnosi precoce e, quindi, verso il tentativo di sconfitta di questa grave patologia?