Il festival di Battiato approda a Catania diffondendo spiritualità

franco-battiato-400x215Dal 24 al 31 maggio si terrà a Catania la prima edizione del festival intitolato “La natura della mente”, una produzione realizzata da International Music and Arts in collaborazione con il comune di Catania e sotto l’illustre direzione artistica di Franco Battiato. Nel capoluogo etneo si succederanno per una settimana una serie di incontri, pomeridiani e serali, che spazieranno dalla cultura scientifica a quella musicale, passando per la sfera della spiritualità. Tra gli appuntamenti serali segnaliamo la presenza di ospiti quali: Juri Camisasca, mistico, cantante, autore, che si esibirà eccezionalmente in versione trio; Diwan, un gruppo musicale messo su per il festival, composto da 10 musicisti, metà orientali e metà occidentali (Battiato compreso) che ci proporranno dei pezzi che celebrino la vicinanza di queste due differenti aree geografiche; Deproducers: da un gruppo di musicisti-produttori del calibro di Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia e Max Casacci nasce un progetto innovativo e coinvolgente una sorta di collettivo, che si ripropone di musicare dal vivo conferenze scientifiche raccontate in maniera rigorosa ma accessibile. Lo spettacolo sviluppa una visione che unirà ai testi raccontati da Fabio Peri ( astrofisico e direttore del Planetario di Milano) le immagini esclusive dell’ Esa (Agenzia Spaziale Europea) e il soundesigning dei Deproducers; e infine Bombino, chitarrista con sonorità hendrixiane commiste alla lingua tuareg che viene utilizzata nei suoi pezzi.