Alitalia-Etihad: Renzi ottimista, Lupi attendista

Alitalia-Etihad

 

La storia infinita tra Alitalia e Etihad, la compagnia area di Abu Dhabi che dovrebbe rilevare una parte importante del vettore italiano per scongiurarne il default – sarebbe prossima alla conclusione.

Almeno stando alla versione fornita dal premier Matteo Renzi che ieri, durante la direzione del Pd, ha annunciato: “La trattativa è arrivata al dunque. E’ questione di ore“. A tradire maggiore prudenza (almeno sui tempi) è stato, invece, il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi“Sappiamo che si è riunito il board di Etihad, ma non c’è ancora arrivato nulla che vada in alcuna direzione – ha detto – Non c’è da avere facili ottimismi o pessimismi. Vediamo l’accordo, valutiamo il piano industriale e poi si vedrà il tema dell’occupazione insieme con il ministro Poletti”.

La trattativa tra la compagnia italiana e quella emiratina si è avvitata su alcuni punti nodali. Come quello che riguarda i paventati esuberi (su cui Alitalia starebbe cercando di limitare i danni) o quello inerente i cospicui debiti che il vettore italiano ha contratto negli ultimi anni. Debiti di cui Etihad non vorrebbe farsi carico e che vorrebbe circoscrivere a una bad company a esclusiva trazione italiana.