Fiat Pomigliano: reintegrati i 19 delegati Fiom

Torna il sereno sui rapporti tra la Fiat e i 19 delegati della Fiom di Pomigliano d’Arco che – stando a quanto verificato dai gudici – furono fortemente discrimnati dall’azienda per via della loro appartenenza sindacale.

Ad annunciarlo è stato ieri il segretario nazionale della Fiom, Maurizio Landini“Abbiamo realizzato un accordo con Fiat sullo stabilimento di Pomigliano che prevede – ha spiegato, nel corso di una conferenza stampa, il sindacalista – il rientro di tutti i 19 delegati Fiom nelle loro postazioni, anche nell’area di produzione della Panda, a partire dalle prossime settimane e tutto si concluderà entro il primo settembre”. “E’ un accordo molto importante e positivo – ha chiosato Landini – con questo abbiamo risolto e concluso il contenzioso giuridico perché è stata trovata la soluzione che ci interessava”.

A salutare con grande soddisfazione la notizia dell’intesa anche Francesco Percuoco, responsabile del settore automotive della Fiom di Napoli: “É una grande vittoria di tutti i lavoratori iscritti alla Fiom – ha detto – Ringrazio i 19 delegati per aver consentito, con la loro tenuta, di raggiungere questa straordinaria vittoria che afferma il principio secondo il quale ogni lavoratore può scegliere da quale sindacato farsi rappresentare”. ”Questa vicenda è durata anche troppo – ha aggiunto Percuoco – dobbiamo girare velocemente pagina ed affrontare i problemi occupazionali che ancora ci sono nello stabilimento di Pomigliano”.