Inghilterra-Italia 1-2: Marchisio e Super Mario stendono i Leoni

DSCF0201[1]Risultato Inghilterra-Italia – La partita dell’Arena Amazonia di Manaus è subito frizzante, con l’Inghilterra che parte meglio impegnando Sirigu in un paio di occasioni. L’Italia passa però in vantaggio con un gran botta di Marchisio da fuori area (in foto) al 35° minuto (assist di Verratti), come previsto dal nostro pronostico. La festa azzurra, tuttavia, dura solo 2 minuti, con Sturridge che approfitta dell’ennesima sbavatura di Paletta e pareggia i conti sfruttando l’assist su cross di Rooney. Al primo tempo finisce quindi 1-1, ma l’Italia sfiora 2 volte il goal prima dell’intervallo: prima Jagielka salva sulla linea il pregevole cucchiaio con cui Balotelli aveva superato Hart da posizione defilata, poi soltanto il palo impedisce il raddoppio di Candreva.

Nella ripresa stesso copione: l’Inghilterra è aggressiva e sfiora il goal con una diagonale di Rooney, ma l’Italia passa nuovamente in vantaggio al primo affondo: cross di Candreva e colpo di testa vincente di Balotelli, che infila il suo ex compagno del Manchester City (Hart) al 5° del secondo tempo per il definitivo 1-2. Al 55° il primo cambio, con Thiago Motta che sostituisce Verratti, collega al PSG; risponde Hodgson gettando nella mischia il giovane Barkley al posto di uno stanco Welbeck. Intorno al 60° gli inglesi sfiorano tre volte il pareggio con Sturridge (tra i migliori in campo assieme al compagno Sterling del Liverpool), Rooney e lo stesso Balotelli crestaBarkley. Altra girandola di sostituzioni al 73°: Ciro Immobile rimpiazza Super Mario, Wilshere entra per Henderson. Salvatore Sirigu ancora sugli scudi al 75°, respingendo una punizione di Baines in calcio d’angolo. Ultimi cambi a 12 dal termine, con Parolo che rileva il migliore dei nostri (Candreva) e Lallana che fa rifiatare Sturridge…ma è tutto inutile per i Leoni britannici: Inghilterra rimandata al big-match contro la Celeste, l’Italia c’è. Tutti i giocatori usciranno stanchi dall’Arena amazzonica (dopo 5 di recupero, conditi dalla traversa su punizione di Pirlo), Gerrard e Cahill malconci.

L’ultima vittoria dell’Italia nella fase finale dei Mondiali risaliva al 2006 (ai rigori contro la Francia nella finale di Berlino): i sogni di vincere la 5^ Coppa del Mondo sono quindi più vivi che mai in questo 15 giugno 2014 Nel frattempo si pensa già alla prossima partita degli Azzurri, che sarà il 20 giugno nello “scontro al vertice” con la Costa Rica, reduce dalla sorprendente vittoria in rimonta sull’Uruguay.

Classifica Gruppo D: Costa Rica 3 punti, Italia 3, Inghilterra 0, Uruguay 0.

Queste le uniche dichiarazioni lasciate dal c.t. Prandelli nell’immediato dopo-gara: “Soffriremo in tutte le partite. Bisognerà fare meglio degli altri. Assurdo non fare i time-out. Ci saranno tante sorprese“. Nella successiva conferenza stampa ha anche speso parole al miele per Sirigu, Pirlo, De Rossi e Marchisio, mentre Balotelli “può fare molto di più“. Hodgson si è invece detto deluso per la sconfitta, così come Gerrard.

Questi i ventidue titolari scesi in campo nella scorsa mezzanotte, con l’unica defezione dell‘infortunato Buffon rispetto alle probabili formazioni:
Inghilterra (4-2-3-1): Hart; Baines, Cahill, Jagielka, Johnson; Gerrard, Henderson; Welbeck, Rooney, Sterling; Sturridge.
Italia (4-1-4-1): Sirigu; Chielli, Paletta, Barzagli, Darmian; De Rossi; Candreva, Pirlo, Verratti, Marchisio; Balotelli.

Ammoniti (diffidati): Sterling.
Espulsi: nessuno
Spettatori: 42.374
Arbitro: Bjorn Kuypers (olandese)
photo credit: The PIX-JOCKEY (photo manipulation) via photopin cc