Gli Allievi dell’Inter regalano il primo scudetto a Thohir. Battuto il Milan ai rigori

Inter-Milan-allievi2014_3Gli Allievi Nazionali dell’Inter sono Campioni d’Italia: i ragazzi di Gianmario Corti hanno avuto la meglio sul Milan di Danesi ai calci di rigore, dopo 120’ tiratissimi a Montepulciano.

Primo tempo a forti tinte rossonere: già al 5’, una punizione di Gamarra pesca in area il Primavera De Santis che gira alto. All’11 Cutrone si allarga bene e libera per Turano, il cross in mezzo supera Radu, ma non trova deviazioni sotto porta. Un minuto più tardi, sempre Cutrone non approfitta del pasticcio nerazzurro al limite dell’area. Inter timida, la fatica della semifinale col Parma vinta ai calci di rigore si sente ancora. Al 21’ De Santis di prima intenzione calcia alto, mentre al 26’ il Milan spreca l’occasione più nitida: Cutrone, servito perfettamente in area da Felicioli, perde troppo tempo tempo davanti a Radu e viene recuperato in extremis da Piacentini. L’Inter si fa vedere al 34’ con Tchaoule: tentativo dalla distanza che non impensierisce Livieri. È il momento migliore per i ragazzi di Corti, che al 37’ vanno vicino al vantaggio con Bonazzoli: il destro del numero 9 si spegne sull’esterno della rete. Su ribaltamento di fronte, Felicioli è egoista nel non servire Vassallo per un’altra chiara occasione da gol. Due ammoniti nei primi 40’: il rossonero Segre al 27’ e il nerazzurro De Micheli al 39’.

La ripresa è tutto un altro film: già al 3’, un brutto rinvio di Livieri mette Sgarbi nella condizione di scavalcarlo, ma il pallonetto è fuori misura. Un minuto più tardi Bonazzoli colpisce l’esterno della rete, ma è al 17’ che l’Inter sfiora la marcatura con una doppia occasione: prima Livieri fa il miracolo sul tiro dalla distanza di De Micheli, quindi, sull’angolo, De Santis salva sulla linea il colpo di testa ancora di Sgarbi. Girandola di sostituzioni: nell’Inter fuori Di Marco, De Micheli, Zonta e dentro Cotali, Taufer e Brambilla; tre cambi in blocco anche per il Milan al 30’: Bonanni, Segre e Cutrone lasciano spazio a Malberti, Bolis e Meleleo. Al 34’ ci prova il nerazzurro Appiah, ma il suo tiro è centrale. Al secondo minuto di recupero, invece, Bonazzoli ha sui piedi il matchball per gli Allievi di Corti: il suo diagonale di sinistro è parato da Livieri.

Nel primo supplementare, una sola grande occasione marchiata Milan: al 7’, una punizione defilata battuta da Crociata attraversa tutto lo specchio della porta senza deviazioni. Risponde l’Inter nel secondo extratime: a pochi secondi dal fischio finale, è il mancino di Bonazzoli a far tremare Livieri, bravo nel deviare in angolo. Non è finita: all’11’ è ancora il Primavera a colpire la traversa, per un finale di grandi rimpianti. Si va ai rigori, una lotteria che premia l’Inter grazie a super Radu. Sbaglia solo Brambilla, mentre Opoku segna il penalty decisivo. Finisce 4-2, Montepulciano è nerazzurra.

MILAN-INTER 2-4 dcr (0-0 dts) RIGORI: Del Gado (I) gol, Gamarra (M) parato, Bonazzoli (I) gol, Vassallo (M) parato, Brambilla (I) parato, Casiraghi (M) gol, Sgarbi (I) gol, Cestagalli (M) gol, Opoku (I) gol.
MILAN: Livieri, Turano, Bonanni (30’ st Malberti), De Santis, Gamarra, Mondonico, Segre (30’ st Bolis, 6’ sts Casiraghi), Crociata, Cutrone (30’ st Meleleo), Felicioli (4’ sts Cestagalli), Vassallo. A disposizione: Aiolfi, Masiero, Miti, Maresi. Allenatore: Omar Danesi.
INTER: Radu, Colombini, Di Marco (16’ st Cotali), Piacentini, Sgarbi, Tchaoule, Zonta (25’ st Brambilla), De Micheli (25’ st Taufer), Bonazzoli, Gomes Del Gado, Appiah (4’ sts Opoku). A disposizione: Di Gregorio, Bernardi, Zebli, De La Fuente, Panatti. Allenatore: Gianmario Corti.
AMMONITI: Segre (M), De Micheli (I), Meleleo (M)
SPETTATORI: 1.500 ca.
ARBITRO: Volpi di Arezzo