Mondiali Brasile 2014, Muntari e Boateng cacciati dal ritiro del Ghana

Muntari e Boateng ai tempi del MilanFinisce in anticipo il Mondiale di Kevin-Prince Boateng e di Sulley Muntari. I due giocatori, passato e presente del Milan, si sono resi protagonisti di altrettanti episodi di violenza: Boateng avrebbe insultato il c.t. Appiah, senza poi mostrare rimorso, mentre Muntari avrebbe schiaffeggiato un membro della comitiva ghanese, Moses Armah. Il risultato? Entrambi cacciati dal ritiro del Ghana e dal Mondiale.

I due comunicati ufficiali, apparsi sul sito della Federazione del Ghana, sono diretti e inequivocabili:
“La Ghana Football Association (GFA) ha approvato la decisione del c.t. Kwesi Appiah di sospendere Kevin-Prince Boateng a tempo indeterminato dalle Black Stars. La decisione ha effetto immediato. La decisione è stata presa dopo i volgari insulti verbali di Boateng nei confronti dell’allenatore Kwesi Appiah durante l’allenamento della squadra a Maceio, questa settimana. Boateng non ha mai mostrato rimorso per le sue azioni, il che ha accelerato la decisione. L’accredito di Boateng per la Coppa del Mondo 2014 è stato ritirato con effetto immediato”.
Per quanto riguarda Muntari il senso è lo stesso: “La Ghana Football Association (GFA) ha sospeso Sulley Ali Muntari a tempo indeterminato dalle Black Stars, con effetto immediato. La decisione è stata presa a causa dei suoi gratuiti attacchi fisici diretti contro un membro del Comitato Esecutivo e del Management, il signor Moses Armah, il giorno 24 giugno 2014 durante un meeting. L’accredito di Muntari per la Coppa del Mondo 2014 è stato ritirato con effetto immediato”.
Per i due, questa sospensione potrebbe significare un addio definitivo alla Nazionale.