Mondiali Brasile, Suarez fa ancora discutere: “Morso? Ho solo perso l’equilibrio”

Luis Suarezmorso di suarez a chiellini prova a uscire dall’angolo. E lo fa in una maniera che non mancherà di far discutere ancora. Nessuna ammissione di colpa per il morso rifilato a Chiellini nel finale della gara tra Uruguay e Italia, ma una spiegazione che sa tanto di scusa: “Non è stato un morso volontario, ho solo perso l’equilibrio“.

Suarez, insomma, non voleva davvero mordere, lui che ci era già cascato due volte in carriera, vittime di turno Bakkal ai tempi dell’Ajax e Ivanovic in tempi più recenti. L’attaccante del Liverpool ha così deciso di mandare una lettera alla Fifa, datata 25 giugno, per cercare di discolparsi in merito alla ormai arcinota lite con l’azzurro Chiellini, che gli è costata ben 9 giornate di stop e 4 mesi di sospensione da ogni attività calcistica.

In nessun modo è andata come è stato descritto, ovvero un morso o un’intenzione di mordere. Dopo l’impatto ho perso l’equilibrio, rendendo il mio corpo instabile e cadendo sulla parte superiore del mio avversario. In quel momento – ricorda Suarez – ho sbattuto la mia faccia contro il giocatore, procurandomi un piccolo livido sulla guancia e un forte dolore tra i denti“.

Questa, dunque, la ricostruzione dell’azione incriminata nella lettera del Pistolero, visionata dall’Associated Press. Nel pomeriggio odierno, poi, Suarez ha pubblicato un post sui propri profili Facebook e Twitter per ringraziare i tanti tifosi uruguagi che l’hanno sostenuto in questi giorni.

Ciao a tutti, scrivo questo messaggio per ringraziare tutti per l’appoggio e l’affetto che sto ricevendo. Grazie mille per essermi vicino e voglio che tutti appoggiamo oggi i miei compagni di squadra nella partita contro la Colombia (in programma alle 22 italiane, ndr)”.