Ex Merloni: operai sul piede di guerra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:49

Lavoratori

 

Non sono più disposti ad aspettare gli operai dello stabilimento ex Antonio Merloni di Ancona che, da qualche tempo, vivono con angoscia la loro condizione lavorativa. Due messi fa, la Corte di appello del tribunale di Ancona ha confermato l’annullamento della vendita dell’azienda alla J&P Industries di Giovanni Porcelli, per via del prezzo considerato troppo basso rispetto al reale valore della società.

Da qui l’ansia dei lavoratori, messa ieri nera su bianco sul comunicato diffuso dalle sigle sindacali. “A oltre due mesi dalla sentenza che ha decretato nulla la vendita dell’ex A.Merloni a Porcarelli J.P. Industries – si legge nella nota – non si è ancora trovata la soluzione per uscire dall’impasse che essa ha determinato. Rimane chiaro che la priorità rimane salvare i 700 posti di lavoro con la continuità industriale e produttiva faticosamente costruiti nell’accordo e, tra l’altro, mai avviata di fatto proprio per colpa del ricorso fatto dalle banche che – hanno denunciato i sindacati – ha bloccato qualsiasi linea di credito in una fase di start up”. 

“Il ministero dello Sviluppo Economico, i commissari straordinari, le banche, lo stesso Porcarelli, hanno avviato delle consultazioni informali tra loro per trovare una soluzione, che ad oggi non vediamo – hanno continuato le delegazioni territoriali di Cigl, Cisl e Uil – Per queste ragioni pensiamo non sia più rinviabile l’apertura di un tavolo con il governo che coinvolga anche le organizzazioni sindacali e i 700  lavoratori interessati prima che sia troppo tardi. Non possiamo accettare che tutta la vicenda – conclude la nota – si risolva con una chiusura di fatto della J.P. Industries e con la perdita di 700 posti di lavoro”.

Lavoratori e sindacati torneranno a incontrarsi in fabbrica il prossimo 9 luglio per definire il tutto, ma l’intenzione (già annunciata) è quella di proclamare una manifestazione sotto il Mise di Roma e di procedere con una mobilitazione permanente da articolare a livello territoriale per tenere desta l’attenzione di media e istituzioni sulla vertenza della ex Merloni.

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!

Articolo precedenteSigarette più care dal 10 luglio?
Articolo successivoIstat: meno turisti in Italia
Siciliana di origine, romana d'azione, scrivo da anni occupandomi principalmente di politica e cronaca. Ho svolto attività di ufficio stampa per alcune compagnie teatrali e mi muovo con curiosità nel mondo della comunicazione. Insegnante precaria, sto frequentando un corso per insegnare italiano agli stranieri.