E’ morto Alfredo Di Stéfano, la Saeta Rubia leggenda del calcio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:38

Di StefanoSi è spento all’età di 88 anni il miglior giocatore di tutti i tempi, ultima bandiera del calcio pulito ed icona del madrilismo più vincente di tutta la storia del calcio. Alfredo Di Stéfano, con passaporto argentino e spagnolo, non ha mai giocato un Mondiale, ma ha vinto tutte le altre competizioni calcistiche e sempre da protagonista. Dalla Primavera del River Plate (a soli 17 anni) alla prima squadra (49 goal in 65 presenze), dalla Copa America vinta nel 1947 in Ecuador (vice-capocannoniere con 6 reti) ai Millonarios della Colombia (3 scudetti ed oltre 150 goal in 4 anni), fino alla consacrazione Mondiale con la maglia bianca del Real. A Madrid Di Stefano vince 2 Palloni d’Oro, 8 campionati spagnoli e ben 5 Coppe dei Campioni  consecutive (segnando in ciascuna finale – record ancora imbattuto).

Con i Blancos della capitale ha segnato 332 goal in 372 partite e, dopo oltre 50 anni, nessuno ha ancora battuto il suo record come miglior realizzatore nel Clasico contro gli eterni rivali del Barcellona (che il talento di Buenos Aires bucò per ben 18 volte). Smise di giocare a 40 anni suonati nell’Espanyol e già l’anno successivo (1967) cominciò la sua avventura da allenatore: vinse 2 campionati argentini (con Boca e River), una Liga ed anche una Coppa delle Coppe (con il Valencia), mentre il suo ritorno al Bernabeu vide la bacheca madrilena aggiungere una sola Supercoppa spagnola (nel 1990, anno del suo ritiro dal calcio giocato). Dal 2000 è invece diventato presidente onorario del suo Real Madrid, che oggi si unisce al cordoglio. Nove atipico, Don Alfredo ha rappresentato un vero mito per la storia del calcio e la sua Argentina farà di tutto per ricordare la scomparsa della sua Saeta Rubia nel migliore dei modi…cioè vincendo il Mondiale brasiliano!

Ed ora un tuffo nel bianco e nero per ricordare le sue gesta…

 

 

photo credit: E. A. Sanabria via photopin cc

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!