Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente

La capacità visiva del gatto, merito del Tapetum lucidum

CONDIVIDI

vista-gattoI gatti hanno una vista molto diversa dalla nostra, sia per quanto riguarda la qualità dell’immagine percepita sia per la quantità di informazioni che può sintetizzare. Le differenze visive dei gatti risiedono nella struttura stessa dell’occhio, caratterizzato da solo due tipi di coni, corrispondenti al verde e al blu, che gli consentono di percepire solo le tonalità dal blu al viola, per cui i colori come il rosso, l’arancione, il verde e il giallo sono sostanzialmente lo stesso colore. L’uomo possiede una vista più acuta, infatti la capacità dei piccoli felici di distinguere i vari dettagli e di metterli a fuoco è di circa l’80% in meno della nostra. Ciò che contraddistingue la loro capacità visiva, il loro punto di forza, è la capacità di percepire il movimento visto che riescono a individuare un oggetto in movimento ad una distanza di circa 900 metri. La particolare luminosità degli occhi del gatto e dovuta al “Tapetum lucidum”, una membrana riflettente posta dietro alla retina, che funziona come un catarifrangente, consentendogli di vedere anche in condizioni di scarsa luminosità. I gatti quindi pur non distinguendo bene i colori che gli appaiono sbiaditi, vantano un’ottima vista notturna. Il loro campo visivo è di circa 200 gradi, quindi molto simile al nostro perché anch’essi hanno gli occhi posizionati frontalmente. A potenziare tale formidabile senso felino, vi è la capacità della pupilla di dilatarsi al buio e di ridursi ad una piccola fessura al sole, così di avere sempre la quantità di luce ideale.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram