Calciomercato: il PSG obbligato a vendere (Cavani?) per il fair-play

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:38

cavaniCalciomercato – Il PSG dello sceicco è costretto a vendere un top-player, se non due: il fair-play finanziario gli ha infatti imposto di non spendere più di quanto guadagnato. Se i campioni di Francia vogliono quindi comprare Di Maria a 60 milioni dal Real Madrid o Pogba a 70 milioni dalla Juventus devono obbligatoriamente privarsi di un pezzo pregiato del loro miliardario squadrone. La compagine capitolina, infatti, ha già speso 60 milioni per David Luiz! Javier Pastore, pagato 42 milioni dal Palermo, è corteggiato dalla nuova Juventus di Allegri, ma difficilmente i bianconeri sborseranno 25-30 milioni per riportare il talento argentino in Serie A. Stessa cosa per Lucas Moura, costato 45 milioni, che secondo la stampa francese ha ora il 10% di cambiare squadra.

L’italiano Marco Verratti, da sempre corteggiato dal Real di Ancelotti, scende invece al 5%, mentre salgono vertiginosamente le chance che i due ex tenori di Napoli lascino Parigi: se Ezequiel Lavezzi (15%), richiesto da Milan, Arsenal e Galatasaray, sarebbe oscurato dall’arrivo di Angel Di Maria, Edinson Cavani ha addirittura il 25% di possibilità di cambiare squadra, città e campionato. El Matador uruguayano, l’acquisto più costoso per un club francese (63 milioni) è infatti in rotta con Zlatan Ibrahimovic: se il Chelsea di Mourinho ha già comprato Diego Costa, il Manchester United di Van Gaal sarebbe disposto ad offrire ben 70 milioni per portare Cavani in Premier League!

photo credit: Sam Kelly via photopin cc

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!