Ideal Standard Orcenico: si riparte dalla coop dei lavoratori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:34

Ideal Standard

 

Della situazione dello stabilimento Ideal Standard di Orcenico di Zoppola (provincia di Pordenone) ci siamo occupati più volte. Seguendo le varie tappe di una vertenza che sembrava destinata a concludersi nel peggiore dei modi: con la chiusura del sito e il licenziamento dei 399 lavoratori. Ma a scrivere l’happy end potrebbero essere proprio 18 di questi lavoratori che hanno costituito ieri una cooperativa – chiamata “Ceramiche Ideal Scala” – con cui sperano di mantenere in vita le produzioni.  

“Siamo diventati imprenditori di noi stessi – ha dichiarato il presidente della neo cooperativa, Gianmario Petozzi – e martedì a Roma presenteremo quella che di fatto sarà una manifestazione d’interesse da parte della cooperativa per il proseguimento dell’attività. Richiesta che la proprietà di Ideal Standard – ha spiegato Petozzi – non potrà rifiutarsi di prendere in considerazione. Abbiamo fatto questo passo in 18 ma le porte della cooperativa sono aperte a tutti i nostri colleghi che vorranno unirsi”.

“E’ un gesto che intende ribadire come i lavoratori ci credano – è stato il commento del segretario regionale di Femca Cisl, Franco Rizzo – Inoltre, la costituzione di un nuovo soggetto mira a sottolineare come lo stabilimento abbia le potenzialità per produrre pezzi di qualità grazie a notevoli competenze e professionalità degli addetti”.

E a salutare con entusiasmo l’impresa dei 18 lavoratori è stato anche il presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini“Questo è lo spirito cooperativo – ha detto – non ci stiamo a vedere morire le imprese o ad assistere allo shopping straniero”. “E’ l’esempio di cosa fanno le cooperative per il Paese – ha insistito Gardini – Nascono dal basso, volute dal territorio, dalle persone, dalle comunità per rispondere al bisogno del singolo di trovare lavoro e alla necessità della collettività di trovare risposte ai propri bisogni”. 

Resta da capire quale sarà la reazione dell’azienda alla proposta che i 18 neo-cooperatori ratificheranno in occasione del prossimo incontro di martedì a Roma. Di certo dalla parte dei lavoratori si schiereranno i sindacati e le amministrazioni locali. Ma anche il governo che, già nei giorni scorsi, aveva espresso giudizi severi sulla condotta della Ideal Standard nella delicata vicenda.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!