Italiani spendaccioni d’Europa per hi-tech

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

Hi-Tech

 

La crisi che costringe gli italiani a fare scelte sempre più oculate sugli acquisti non sembra aver scoraggiato gli appassionati di hi-tech. Stando ai dati raccolti nello studio “Samsung Technomic Index” realizzato dalla Ipsos Mori, l’Italia è il Paese che spende di più in Europa per apparecchi elettronici.

L’indagine – che ha preso le mosse da un sondaggio online che ha coinvolto 5 mila persone di 5 Paesi europei diversi – ha messo in evidenza come, nei primi 3 mesi dell’anno, gli italiani abbiano speso 559 euro per acquistare telefonini, tv, lavatrici, elettrodomestici e apparecchiature elettroniche varie. Una cifra ben più rotonda dei 233 euro spesi, invece, dai francesi. Dopo gli italiani, a investire di più in prodotti hi-tech sono stati gli spagnoli, con 360 euro; seguiti dai tedeschi, con 323 euro e dagli inglesi, che hanno speso invece 274 euro.   

Non solo: lo studio confezionato dalla Ipsos Mori ha consegnato altre interessanti informazioni sulle abitudini di vita degli appassionati di elettronica. In Italia si trascorre mediamente un terzo della giornata (7,8 ore) a usare smartphone e altri elettrodomestici. Con la tv che la fa da “regina”, come testimoniato dagli intervistati che, nella quasi totalità (4 su 5) la accendono quotidianamente. Il 76% del campione interpellato ha poi dichiarato di utilizzare almeno una volta alla settimana gli apparecchi per lavare e l’81% di ricorrere, sempre almeno una volta alla settimana, a quelli per cucinare.  

Tra i prodotti preferiti dagli italiani, il tablet, posseduto da quasi il 50% degli intervistati e “incoronato” regalo hi-tech migliore. Un dispositivo che, insieme allo smartphone e al pc, gli italiani utilizzano soprattutto per navigare su Internet (91%) ma anche per usare applicazioni (79%), per scattare foto (79%), per acquistare beni o servizi (70%) e per scaricare contenuti musicali o video (58%). Non solo: sempre più italiani utilizzano tablet, pc e smartphone per controllare lo status del loro conto in banca (70%) e per effettuare pagamenti online (68%) mentre il 71% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare abitualmente i social network e il 72% di ricorrere ai servizi di istant messaging

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!