L’Acrilammide: sistanza che potrebbe causare il cancro

images (1)L’acrilammide è una sostanza tossica e dannosa per la salute, che si forma durante le cotture ad alta temperatura degli alimenti, sia in ambito domestico che industriale. Si trova sopratutto in alimenti ricchi di amido, che si trasformano più facilmente in sostanze cancerogene, come per esempio le patatine fritte, le fette biscottate, il pane, la pizza, i biscotti e il caffè. Un recente studio effettuato dall’ American Chemical Society, accusa le “ french fries “che vengono messe in vendita già affettate, disidratate e in parte fritte, che necessitando quindi di una doppia cottura, che  provocherebbe un elevata presenza di sostanze chimiche cancerogene.

La produzione di acrilammide è facilitata dall’assenza di acqua e dalla presenza di asparagina e uno zucchero ridotto. Non essendoci prova circa la capacità di tale sostanza di provocare i tumori, le aziende possono solo attuare degli interventi precauzionali, seguendo le regole messe a punto dalla Confederazione europea delle industrie agroalimentari, circa le ricette e i processi di lavorazione necessari per evitare la formazione di acrilammide. I tipi di cottura in cui si produce maggiormente l’acrilammide sono: la frittura, la cottura al forno e la cottura alla griglia

Per evitare che si formi un eccedenza di acrilammide e di altre sostanze tossiche, che si creano in seguito alla cottura ad alta temperatura, occorre semplicemente evitare di cuocere i cibi a temperature troppo elevate che ne provochino l’annerimento superficiale.
Inoltre occorre seguire una dieta a base di tanta frutta e verdura, ricche di vitamine e vari microelementi che proteggono dall’acrilammide e da altre sostanze tossiche.