Turismo: sempre più vacanzieri scelgono l’agriturismo

Agriturismo

 

Cresce in Italia la voglia di agriturismo. A certificarlo l’osservatorio di AgrieTour, il salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale che si svolgerà ad Arezzo nel prossimo mese di novembre. Stando alle previsioni rese note ieri, nell’estate in corso, il numero delle prenotazioni negli agriturismo italiani dovrebbe crescere del 4% rispetto all’anno scorso.

Un dato positivo, che dovrebbe premiare innanzitutto la Toscana, regione leader del settore con oltre 4 mila aziende dislocate nel territorio, ma anche l‘Umbria, le Marche e il Veneto. E risultati interessanti si dovrebbero registrare anche in Puglia, in Valle d’Aosta, in Sicilia e in Lombardia.

Il 25% della clientela che sceglierà quest’anno di alloggiare in un agriturismo sarà straniera e il 55% costituita da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Vacanzieri con idee ben chiare, alla ricerca di luoghi in cui è possibile godere dei piaceri della buona cucina e immergersi nella bellezza della natura che concede relax. Senza rinunciare a un po’ di divertimento con le attività promosse dalle aziende agricole italiane che propongono escursioni e molto altro ancora.

E se gli ospiti italiani sembrano preferire l’agriturismo alle altre soluzioni di vacanza per il mangiar sano (84%) e perché è possibile risparmiare qualcosa (91%), gli stranieri considerano invece prioritaria la tranquillità (84%) e l’attenzione che viene destinata all‘ambiente (79%).