A Roma la crisi tiene aperti i negozi

Negozi aperti ad agosto

 

La crisi che colpisce anche d’estate non smette di modificare le abitudini di vita degli italiani. Come quelle di molti commercianti e artigiani romani che hanno scelto di aderire all’iniziativa “AAA: Artigiani, commercianti e servizi aperti ad agosto” proposta, per il sesto anno consecutivo, dalla Cna (Confederazione nazionale artigianato e pmi) di Roma e da Roma Capitale.

In pratica, nel mese che è appena iniziato e che viene solitamente associato all’idea di vacanza, il 37,4% dei laziali che, secondo Federconsumatori, resteranno a casa (erano il 32% l’anno scorso), non dovranno fare i conti con il disagio di una città spettrale, segnata dalle saracinesche abbassate. Ma potranno, al contrario, fare affidamento sul 14% di commercianti e artigiani in più (rispetto ad agosto 2013) che resteranno aperti per garantire il massimo del servizio in tutto il territorio di Roma e provincia.

Settecento lavoratori in tutto, tra fabbri, elettricisti, parrucchieri, farmacisti, dentisti e ristoratori (solo per citarne alcuni) che, per libera scelta o necessità, hanno preferito mantenere aperte le loro attività rinunciando a una “capatina” al mare o ad un viaggetto fuori porta. Nello specifico: i settori più rappresentati sono l‘autoriparazione (15%), il commercio e i servizi (13%), l’impiantistica (idraulici ed elettricisti, 12%) e l’acconciatura e l’estetica (10%). E da quest’anno non mancheranno neanche coloro che garantiranno il servizio nel giorno di Ferragosto: cento in totale tra ascensoristi, fabbri, idraulici, meccanici e dentisti pronti a intervenire nel giorno dello stop estivo per antonomasia.

“Quest’anno abbiamo registrato un’adsione del 14% in più rispetto allo scorso anno – ha dichiarato il direttore della Cna Roma, Lorenzo Tagliavanti – Il motivo è sicuramente il senso civico degli artigiani ma molto ha fatto anche la crisi. E’ stato un anno difficile per le imprese che quindi riducono le ferie e trasformano agosto in un mese di attività”. E, si spera per loro, di guadagni.