L’amore di Tarantino per il cinema western continua con il suo The Hateful Eight

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:37

“The Hateful EighHatefulEightt” è forse il progetto del momento più atteso e chiacchierato di Quentin Tarantino. Al recente Comic Con di San Diego 2014, il regista non si è risparmiato nel dare informazioni sui suoi piani futuri, che comprendono: una serie a fumetti con il crossover tra Zorro e Django Unchained, la release al cinema di Kill Bill “The Whole Bloody Affair” e soprattutto la conferma che The Hateful Eight si farà.

Ma cos’era successo prima di questo annuncio? Quentin Tarantino, ospite al Tonight Show di Jay Leno nella puntata del 27 novembre 2013, dichiarò che gli era piaciuto così tanto girare Django Unchained che aveva già in cantiere un nuovo western: addirittura la sceneggiatura era già in fase di completamento e all’inizio del 2014 trapelò la notizia che fosse pronta.
Poi successe l’irreparabile: la sceneggiatura finì online e tutti lessero di cosa avrebbe trattato il suo Hateful Eight. Decise allora di annullare tutto, infuriato. Poi infine, cambiò idea, per fortuna.

Tanto che venne organizzata una lettura del copione, davanti a un pubblico di 1200 persone, tra cui i cari amici Samuel L. Jackson, Tim Roth e Kurt Russell. A fine lettura, Quentin sorprese tutti dichiarando che quella era soltanto una prima versione e che per poter realizzare il progetto e portarlo al cinema, avrebbe dovuto passare attraverso diversi cambiamenti, compreso il finale in modo da poter dare agli spettatori qualcosa di diverso, che non abbiano letto da qualche parte online.
The Hateful Eight sarà ambientato nel Wyoming post guerra civile, e protagonisti saranno otto cacciatori di taglie alla ricerca di riparo durante una tormenta di neve. Gli uomini finiranno intrappolati in una fitta trama di tradimenti e inganni. Ancora nulla si sa sul cast ma non è da escludere che potrebbero partecipare Bruce Dern, Tim Roth, Kurt Russell e i fedelissimi Christopher Waltz e Samuel L. Jackson.

Tarantino ha quindi confermato senza dare date ma garantendo che è il prossimo progetto sicuro.
Ma all’orizzonte potrebbe esserci anche la fantascienza. Pizzicato da una domanda su una sua possibilità di sfondare in un nuovo genere, fantasy o fantascienza, il regista si è detto curioso, due anni fa molto probabilmente avrebbe negato assolutamente, ma oggi la cosa lo stuzzica anche se, chiaramente, sarebbe un sci-fi sui generis, in pieno stile Tarantino.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!