Pintoricchio in mostra a San Gimignano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:53

imagesDal prossimo 6 settembre presso la Pinacoteca civica di San Gimignano, sarà possibile visitare la mostra dedicata al pittore Bernardino di Betto, noto come il “Pintoricchio”,chiamato così per via della sua piccola statura. Il pittore Pintoricchio allievo del Perugino e grande studioso di Piero della Francesca e il Verrocchio, è noto per essere stato un grande pittore del Rinascimento italiano, attivo non solo in Umbria ma in  tante altre regioni italiane.  Un artista  che si distinse per la sua grande fantasia e il gusto decorativo che seppe esprimere in ogni suo capolavoro.

La mostra è stata promossa dal comune, dalla soprintendenza per i beni artistici, storici ed etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto in collaborazione con l’Arcidiocesi di Siena, Colle di val d’Elsa e Montalcino e la città di Siena. L’esposizione intitolata “Pintoricchio. La Pala dell’Assunta di San Gimignano e gli anni senesi”è stata organizzata dalla società Opera , che gestisce i servizi di accoglienza e valorizzazione dei musei civici di San Gimignano. L’artista umbro ha lasciato bellissimi affreschi visibili a Roma, come per esempio l’appartamento Borgia o Santa Maria del Popolo, ed ancora a Siena nella Libreria Piccolomini e molte altre opere in Umbria la sua regione natia.

Tale mostra serve ad inaugurare una serie di esposizioni volute dal sindaco Giacomo Bassi e da tutta l’Amministrazione al fine di valorizzare e promuovere i Musei civici di San Gimignano, che aspira ad affermarsi come luogo di riferimento culturale locale ed internazionale, in vista della futura candidatura di Siena a Capitale Europea della Cultura nel 2019.