La Roma a lezione di americano: Pallotta compra le quote di Unicredit, ora la società è sua al 78%

James Pallotta - Thomas diBenedetto33 milioni già pagati per il 31% dell’intera quota che deteneva in Neep Roma Holding: James Pallotta continua la sua scalata quale presidente della Roma, acquistando la percentuale che deteneva Unicredit. La formazione giallorossa è sempre più statunitense.

Unicredit esce dunque definitivamente dalla Roma, dopo averla salvata dai debiti della famiglia Sensi: un anno fa Pallota comprò il debito di circa 70 milioni che la formazione giallorossa aveva con UniCredit. Questa acquisizione derivava dagli accordi di Term Loan e Vendor Loan che As Roma, UniCredit e Roma 2000 sottoscrissero nel 2011.

“E’ stato sottoscritto un contratto di compravendita di azioni a mente del quale UniCredit ha ceduto ad As Roma Spv, l’intera partecipazione azionaria detenuta nella Neep Roma Holding (società controllante As Roma) per un corrispettivo pari ad 33 milioni di euro, versato per intero al momento della sottoscrizione dell’accordo” la nota giallorossa.

“In conseguenza di tale cessione As Roma Spv, Llc “incrementa la propria partecipazione azionaria in Neep Roma Holding, direttamente ed indirettamente tramite Raptor Holdco Llc, al 100% del capitale azionario di Neep Roma Holding”. Contestualmente, UniCredit, As Roma Spv, Llc e Raptor Holdco Llc hanno terminato il patto parasociale relativo a Neep Roma Holding sottoscritto il 18 agosto 2011 e successivamente emendato ed integrato (anche attraverso l’adesione al patto di Raptor Holdco Llc) il primo agosto 2013″.

Il 78% della Roma è dunque nelle mani di James Pallotta, mentre il 22% rimanente è degli azionisti. Non è chiaro se il patron di Boston cederà ora quel 31% appena acquisito ad altri investitori (si era parlato dei cinesi non molto tempo fa). Di sicuro c’è solo l’addio di Unicredit, punto essenziale.

Molto probabile l’ingresso dei cinesi di Hna al posto di Unicredit, uscita di scena: inizialmente si pensava ad una cessione diretta di una quota del 20% della banca, per ridurre la sua partecipazione all’11%.

Invece è stato ceduto l’intero 31%. Chen Feng, patron del gruppo orientale interessato alla Roma, tornerà di moda ora in avanti. Per riempire le casse giallorosse e continuare la scalata all’Italia e all’Europa.