Van Gogh: le rappresentazioni del suo mondo rurale in mostra a Milano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Tra le Grandi Mostre Expo VanGogh2015, Milano celebra il genio di Van Gogh dal 18 ottobre 2014 al 8 marzo 2015 a Palazzo Reale. La mostra “Van Gogh – L’uomo e la terra” in occasione dell’Esposizione Universale 2015 tratta il tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Un percorso di cinquanta opere provenienti dai musei più prestigiosi del mondo: dal Kröller-Müller Museum di Otterlo, al Van Gogh Museum di Amsterdam, dal Museo Soumaya-Fundación Carlos Slim di Città del Messico al Centraal Museum di Utrecht, insieme a numerosi prestiti di collezioni private.

Van Gogh è stato un artista che ha indagato il complesso rapporto con la natura: dai paesaggi che lentamente si trasformavano con l’industrializzazione, ai prodotti rurali, fino ai ritratti dei contadini che la lavoravano la terra e i suoi frutti, la vita agreste e la fatica del lavoro nei campi.
Il mondo contadino diventa il soggetto principale delle sue opere dai primi disegni realizzati in Olanda fino agli ultimi capolavori dipinti nei pressi di Arles. Van Gogh chiedeva ai contadini di posare per lui e quando faceva troppo freddo per dipingere all’aperto o non aveva più soldi per pagare i suoi modelli si dedicava alle nature morte.
Un legame spirituale con la natura che descrive anche in molte lettere al fratello Théo, a cui la mostra dedica una sezione speciale: “Vedo ovunque nella natura, ad esempio negli alberi, capacità d’espressione e per così dire, un’anima”; un modo per entrare nel suo privato e nell’intima creazione delle sue opere.